News of the Week – Il tuo feed sulle notizie seriali della settimana

Ogni settimana scopriamo tantissime notizie sul mondo della serialità, troppe da leggere ed approfondire! Qui puoi farti un’idea di quello che è successo negli ultimi 7 giorni e capire cosa per te è rilevante!

  1. STRANGER THINGS RINNOVATA

Stranger_Things_season3

Alla fine della settimana scorsa hanno reso ufficiale il rinnovo di Stranger Things per una terza stagione. Anche su tutti sapevamo che sarebbe successo, è stato bello averne la conferma! I fratelli Duffer, creatori e produttori esecutivi della serie, hanno annunciato che vorrebbero concludere la serie con una quarta e una quinta stagione. Speriamo le ottengano, per come stanno andando le cose sembra quasi certo, ma si sa, in questo mondo le decisioni seguono i soldi!

  1. LE 10 COPPIE PIU’ BELLE DEL 2017

Si sa, con la fine dell’anno arrivano tutte le classifiche possibili e immaginabili su qualsiasi argomento. Anche MsMojo, canale YouTube dedicato, insieme a WatchMojo, alle top ten del momento, ha elencato le coppie più memorabili del 2017. Eccolo in breve, ma qui trovate il video intero.

10 – Oliver e Felicity (Arrow)

9 – Emily e Alison (Pretty Little Liars)

8 – Alec e Magnus (Shadowhunters)

7 – Clarke e Bellamy (The 100)

6 – Emma e Killian (Once Upon a Time)

5 – Claire e Jamie (Outlander)

4 – Elena e Damon (The Vampire Diaries)

3 – Stiles e Lydia (Teen Wolf)

2 – Jack e Rebecca (This Is Us)

1 – Betty e Jughead (Riverdale)

  1. Kaley Cuoco ha detto sì!

KaleyCuoco_KarlCook

Anche se è il terzo fidanzamento per l’attrice che interpreta Penny in The Big Bang Theory, questo non la ha fermata dall’avere una reazione che dimostra il suo amore per Karl Cook, che diventerà presto suo marito.

  1. FEAR THE WALKING DEAD DIVENTA UNO SPIN-OFF

Quando Kirkman ha presentato Fear the Walking Dead, ha dichiarato da subito che non Morgan_Jones.pngsarebbe stato uno spin-off di The Walking Dead, ma una serie completamente a sé stante. Con le prime tre stagioni, però, evidentemente i produttori hanno capito che così le cose non stavano funzionando. Per la quarta stagione c’è stato un cambio d showrunner: non più Dave Erickson, ma Andrew Chambliss e Ian Goldberg. Questo ha portato ad un cambio di rotta, a quanto pare. La nuova stagione vedrà un salto temporale di parecchi anni. I protagonisti si troveranno in Texas e, cosa più interessante, tra di loro ci sarà anche Morgan direttamente dalla serie originale. Vedremo se tutto questo sarà confermato e se arriveremo finalmente al cross-over che tutti desiderano dall’inizio.

  1. LADY GAGA NELL’OTTAVA STAGIONE DI GAME OF THRONES

Per il momento è solo una speranza, ma Gemma Whelan, che nella serie interpreta Yara Greyjoy, ha dichiarato durante un’intervista che vorrebbe vedere Lady Gaga della serie e vorrebbe condividere delle scene con lei. Whelan ha detto che Gaga è tosta e che sa andare a cavallo, quindi sarebbe perfetta per una parte. Sappiamo però come i fan della serie hanno reagito al cameo di Ed Sheeran, quindi non so quanto i produttori rischieranno ancora di portare qualcuno da fuori!

  1. ROBIN WRIGHT PROTAGONISTA

RobinWrightDopo il licenziamento di Kevin Spacey da netflix e dalla produzione di House of Cards, nessuno sapeva se sarebbero riusciti a concludere la serie. Ricordiamoci che è la prima serie prodotta da Netflix, quindi ha un certo valore e farla finire in modo così brutale e in seguito a eventi così negativi non le avrebbe fatto onore. Ma i produttori hanno trovato il modo giusto e logico di portarla avanti: Claire Underwood, interpretata dalla bravissima Robin Wright, sarà la protagonista della sesta e ultima stagione della serie. Le riprese sono cominciate l’8 dicembre, quindi presto scopriremo cosa riusciranno a combinare. Io sono fiduciosa.

  1. 7. BLAKE LIVELY HA UN NUOVO LOOK

Blake Lively, che molti di noi ricordano come la biondissima Serena Van der Woodsen di Gossip Girl, ha cambiato completamente look. Il motivo ovviamente è un nuovo film: l’attrice recita infatti nel thriller The Rhythm Section. Nella foto che ha condiviso su Instagram, si può notare non solo un colore decisamente opposto al suo solito biondo, ma anche un taglio cortissimo.

BlakeLivelyChange.jpg

  1. ALTERED CARBON TRAILER

Si sa che quando Netflix lancia una nuova serie si crea molto buzz intorno ad essa, soprattutto perché spesso è circondata dal mistero fin quando non viene distribuita. Una delle novità di questo periodo è Altered Carbon, di genere syfy che sarà su Netflix dal 2 febbraio 2018. Si basa sul concetto che gli umani possano trasferire la loro coscienza in altri corpi umani, sconfiggendo così la morte. Questa settimana è uscito il primo trailer ufficiale. Eccolo qui:

  1. GROSSI GUAI PER DANNY MASTERSON

DannyMasterson.jpgQuando Netflix ha licenziato Kevin Spacey, in molti si sono chiesti perché non hanno fatto altrettanto con Danny Masterson, che recita Rooster nella serie The Ranch. All’epoca, Masterson era stato accusato di molestie sessuali da una donna. Ora però quel numero è salito a 4, motivo per cui Netflix non ha più potuto guardare nell’altra direzione – non in questo periodo in particolare – e lo ha dovuto allontanare. L’attore continua a negare di essere colpevole di qualsiasi accusa e vuole che la faccenda si chiuda una volta per tutte. Di sicuro sarà difficile guardare The Ranch e Thats’70 Show con gli stessi occhi e ridere alle sue battute, sapendo quello che ha (o che potrebbe avere) fatto.

  1. LE 10 MIGLIORI SERIE DEL 2017

Rimanendo in tema elenchi e liste di fine anno, Entertainment Weekly ha dichiarato quali sono state le 10 serie più belle del 2017 e le 5 più brutte. Ecco l’elenco:

  1. GLOW
  2. Twin Peaks
  3. Big Little Lies
  4. The Good Place
  5. Rick and Morty
  6. Insecure
  7. The Handmaid’s Tale
  8. DuckTales
  9. American Crime
  10. Mr. Robot

Le peggiori:

  1. APB
  2. Taboo
  3. Snatch
  4. Megyn Kelly Today
  5. Marvel’s Inhumans
  1. SABRINA DA STREGA TORNA, MA IN STILE DARK

A proposito di Netflix, di recente è stato dichiarato che riporterà sullo schermo la serie Sabrina vita da strega. Essa ha già ricevuto un ordine di 2 stagioni, per un totale di 20 episodi. Originariamente la serie doveva andare in onda su The CW come spin-off di Riverdale. Questo cambiamento di rete significa che il target della serie non sarà quello degli adolescenti, ma uno molto più maturo e con uno stile molto dark.

  1. DETTAGLI SU UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI

Ecco un’altra serie di successo prodotta e distribuita da Netflix. Neil Patrick Harris è sempre stato bravissimo nei travestimenti e questa serie lo ha dimostrato! Sono appena state rilasciate le prime immagini della seconda stagione di A Series of Unfortunate Events e ancora una volta non rimarremo a corto di personaggi inventati dal cattivissimo Count Olaf!

A_series_of_unfortunate_events.jpg

 

I 5 momenti TOP di The Punisher

Attenzione: SPOILER su tutte le serie Marvel-Netflix

The-Punisher-1-600x416

Netflix e la Marvel ci hanno dimostrato in più occasioni che sanno quello che fanno. The Punisher è la sesta serie e settima stagione che ci propongono e, ad eccezione di Iron Fist, di molto sotto al livello a cui hanno abituato, tutte le altre hanno decisamente raggiunto il loro obiettivo.

The Punisher, in particolare, comincia un po’ sotto tono, tanto che mentre la si guarda ci si chiede che fine abbia fatto il Frank Castle di Daredevil, ma con l’avanzare delle puntate viene dimostrato che Punisher non è per nulla il vecchio Frank Castle (come ha anche dichiarato Jon Bernthal in un’intervista).

Così, lentamente, questa diviene la serie migliore tra tutte quelle del Marvel Cinematic Universe. Principalmente questo è dovuto a due fattori:

  1. The Punisher non è un eroe, il suo obiettivo è uccidere, senza se e senza ma, perciò gli sceneggiatori si sono potuti divertire e hanno potuto sfogare tutta la violenza che invece The Defenders devono trattenere per motivi etici.
  2. L’eccezionale bravura di Bernthal. Lo show sarebbe bello comunque, anche senza di lui, ma non arriverebbe a certi livelli di raffinatezza attoriale.

Ci sono alcuni momenti, comunque, che meritano di essere ricordati per aver sorpreso e esterrefatto spettatori praticamente in tutto il mondo e che hanno reso questa serie un esempio di epicità.

Ecco i 5 momenti più epici di The Punisher (SPOILER!)

  1. Billy è il cattivo

I militari hanno ben poche qualità (forse nessuna), ma una è il cameratismo. Si considerano fratelli, si fidano gli uni degli altri, si salvano la vita a vicenda, letteralmente. Frank considera Billy la sua famiglia, l’ultima persona che lo mantiene in qualche modo legato alla realtà e il motivo per cui prova ancora qualche ricordo di emozione. Perciò, quando Frank decide di non seguire il consiglio di Billy e di non scappare in un altro paese dove può cominciare una nuova vita, mai più avrei pensato che questa sua scelta lo avrebbe salvato, perché Billy Russo, in realtà, ha venduto l’anima al diavolo. E’ solo un momento, un piccolo sgranare d’occhi, ma non lo avevo anticipato minimamente. Forse per qualcuno era logico, ma devo dire che credevo Billy fosse un alleato, non un antagonista, vista anche la sua relazione con la detective Madani.

The_Punisher_Billy_Russo

  1. Il vetro anti-proiettile

Netflix ci ha abituato che nelle serie dei supereroi Marvel, ogni stagione è più o meno divisa in due: verso la metà, dopo 7-8 episodi, succede qualche colpo di scena per cui si ha un mini climax che poi porta al caos e alla risoluzione finale nei successivi 5 o 6 episodi (come, per esempio, la morte di Cottonmouth in Luke Cage). Perciò, quando Frank sta per uccidere Rawlins, dopo che lui e Micro lo hanno stanato nel suo nascondiglio dorato, è normale pensare che Rawlins morirà e che il cattivo diverrà Billy o risulterà essere qualcuno di inaspettato. Invece, non succede nulla. Rawlins guarda fuori dalla finestra, il proiettile parte, ma il vetro non si rompe, si crepa soltanto. E nel giro di 10 secondi tutto quello che era certo non lo è più: Frank non è più in vantaggio, Rawlins sa che Frank è sulle sue tracce e Frank e Micro, che credevano di poter finalmente uscire dal loro buco, devono rintanarcisi dentro più di prima e ricominciare da capo.

The_Punisher_Rawlins

  1. Il segreto muore con lui

Dinah Madani e il suo partner Sam Stein decidono di creare la trappola perfetta per chiunque stia cercando Frank. Billy cade nella trappola e, insieme ai suoi soldati, comincia uno scontro a fuoco con Homeland Security. Ovviamente Madani non sa che si sta prendendo a proiettili con l’uomo con cui ha iniziato una relazione che da prettamente sessuale si sta trasformando in molto di più. Ma Billy sa tutto. Dopo la sparatoria, Billy è l’unico rimasto in vita e scappa. Stein lo insegue e riesce a disarmarlo. Ma appena lo smaschera e scopre la sua vera identità, Billy tira fuori dalla manica un coltello e lo colpisce al collo. Poi se ne va. Madani arriva prima che Stein muoia e lo soccorre, disperata. Lo sguardo di Stein è, come dice lei quando parla dell’accaduto, sorpreso. Dinah crede sia perché non si aspettava di morire, invece è solo perché vorrebbe tanto dirle la verità. E tu, che guardi la serie, vorresti urlargli di dirlo, di provarci, ma è tutto inutile e poi sei costretto a guardare Dinah sconvolta che si fa lavare il sangue proprio da Billy che si insinua nella sua vita sempre di più. E l’odio verso di lui cresce e cresce.

ThePunisher_Stein

         4. The Punisher

E’ il momento che tutti aspettavamo. Lo scudo con il teschio. Il momento in cui Frank Castle diventa effettivamente The Punisher. E’ uno dei momenti di azione più belli della serie (anche se non è tra i più violenti). Frank combatte e fa fuori da solo un plotone di soldati della Anvil lì apposta per ucciderlo. Si prepara come meglio può, ha le sue armi e il suo fidato coltello e ha il vantaggio di conoscere bene il seminterrato in cui avviene lo scontro. Non viene detta una parola per tutta la scena, tranne alla fine quando Frank cerca Billy, convinto di trovarlo tra le sue vittime, ma scopre poi che il suo ex migliore amico è diventato codardo e si è tirato indietro. D’altronde Frank fa davvero tanta paura. Una classica scena d’azione costruita benissimo che fa salire l’adrenalina.

ThePunisher.jpg

Prima del momento numero 1, ecco alcune scene che meritano di essere menzionate:

  • L’incontro da “mezzanotte di fuoco” tra Frank e Billy
  • La serata da ubriachi di Frank e Micro
  • La fine del primo episodio, quando Frank entra in azione per la prima volta, dopo una puntata piatta
  • Lo scontro nel bosco
  • Il momento in cui Micro dice a Madani che anche lei un giorno capirà perché Frank fa quello che fa
  • Frank salva Madani dall’auto che poi esplode
  1. The Punisher Parte 2

Se non era quello il momento in cui Frank diventa The Punisher, si può considerare tale la scena dopo lo scontro finale tra lui e Billy, quando decide di non ucciderlo. Ma non lo fa perché lo ama, perché gli vuole bene, no, è proprio il contrario. Frank dice di essere un “reminder” di ciò che Billy e gli altri hanno fatto in passato e decide di risparmiargli la vita, così che lui ogni mattina possa svegliarsi e ricordare tutto. Gli spacca comunque la faccia per lasciargli un ricordo che potrà vedere ogni giorno. Billy, in un momento in cui sembra avere la meglio, gli dice di guardarsi allo specchio, perché si dovrebbe odiare, ma è proprio Billy che invece odia se stesso. E’ l’alter-ego di Frank, la sua parte negativa. Ma Frank è oltre, diviene un vero e proprio “memento mori” ambulante.

ThePunisherMomentoMori

Ora rimane solo da chiedersi che fine farà The Punisher, dato che è un umo libero.. suppongo dovremo aspettare e sperare ci sia una seconda stagione.

 

 

Roy Price, molestie sessuali e Good Girls Revolt

Voglio raccontarvi una storia interessante, soprattutto in questo periodo storico e culturale in cui si stanno alzando (finalmente) moltitudini di voci contro le molestie sessuali fatte da uomini su donne, uomini che hanno usufruito della loro posizione di potere per ottenere ciò che volevano.

Uno di questi uomini è Roy Price. Era il presidente del dipartimento di sviluppo degli Amazon Studios. Ma ora non lo è più.

Cominciamo però dall’inizio, per non creare confusione.

Good_Girls_Revolt.jpgGood Girls Revolt è una serie basata sul romanzo “The Good Girls Revolt”, scritto da Lynn Povich. Narra fatti realmente accaduti. E’ ambientata nel 1969 e segue le vicende di un gruppo di giovani ricercatrici nel giornale “News of the Week”. Queste donne sono molto preparate, talentuose, ma nonostante ciò vengono pagate molto meno delle loro controparti maschili, oltre al fatto che quando riescono a farsi pubblicare un articolo sul giornale, esso viene firmato con il nome di un uomo. Vengono private persino della loro proprietà intellettuale. Alcune di queste donne, allora, decidono di farsi aiutare da un avvocato (donna) e di agire legalmente contro queste discriminazioni sessuali, pur sapendo di rischiare il posto di lavoro e di mettere a repentaglio le loro carriere.

La prima stagione della serie è stata distribuita su Amazon Prime Video il 28 ottobre 2016. Ha subito ricevuto critiche positive. Alcuni la hanno addirittura chiamata la versione femminile di Mad Men, almeno a livello di importanza dei fatti storici rappresentati. Nonostante questo, a inizio dicembre dello stesso anno, la serie è stata cancellata. Amazon ha dichiarato che la decisione era dovuta ai pochi ascolti che la serie aveva ottenuto. Ma indovinate chi ha preso la decisione di cancellarla? Proprio Roy Price, all’epoca ancora presidente in carica.

Roy_Price.jpgFacciamo un salto nel tempo. Il 12 ottobre 2017, Hollywood Reporter ha pubblicato un pezzo in cui Isa Hackett (produttrice di The Man in the High Castle e Philip K. Dick’s Electric Dreams) ha dichiarato di essere stata molestata sessualmente da Price nel 2015 e che Price non aveva fatto nulla quando l’attrice Rose McGowan gli aveva detto che Harvey Weinstein la aveva a sua volta molestata. La forza dell’articolo è potenziata dal fatto che il 25 agosto precedente, The Information aveva pubblicato un pezzo che rivelava che Amazon aveva investigato un caso di molestia denunciato da Hackett. Tutto questo ha portato al licenziamento di Price – e alla rottura del suo fidanzamento.

Vedete l’ironia? Se ancora non fosse evidente, lo diventerà presto. La creatrice della serie Good Girls Revolt, Dana Calvo, ha di recente affermato che Roy Price non ha mai guardato la serie prima di cancellarla. Nelle riunioni si riferiva ai personaggi della serie con i nomi delle attrici che le interpretavano, cosa molto inusuale e dovuta probabilmente al fatto che Price stesso non conosceva i nomi dei personaggi.

Molte attrici, parte del cast della serie, hanno notato l’ironia della cancellazione di una serie che narra delle prime accuse di discriminazione sessuale da parte di un uomo accusato di molestie sessuali.

Tweet_AnnaCamp.JPG

Povich ha twittato poi dicendo che un revival della serie è necessario ora più che mai.

Tweet_Lynn_Povich.JPG

Quindi, guardate Good Girls Revolt. Guardatela tutta. E speriamo che il buzz che le si è creato intorno in questi ultimi mesi serva per ottenere una seconda stagione, perché vi assicuro che se la merita. Di sicuro merita almeno di essere vista di chi deve prendere decisioni sulla sua esistenza. Albert Cheng, presidente ad interim, dovrebbe almeno avere la decenza di prenderla nuovamente in considerazione, almeno per darle una possibilità tanto quanto la dà a serie su argomenti meno “fastidiosi” per gli uomini (intesi come genere maschile).

 

 

 

 

 

 

 

 

“Friday Night Lights”: una breve guida su che fine hanno fatto gli attori della serie

Friday Night Lights, chiamata anche FNL, è una serie drammatica andata in onda dal 2006 al 2011 sulla rete americana NBC. La serie ha sempre ottenuto critiche molto positive per la sua sceneggiatura e per la bravura degli attori. Personalmente, è da ricordare anche solo per il motto ripetuto sempre da coach Taylor ai suoi ragazzi: “Clear eyes, full hearts can’t lose“. Vediamo come se la sono cavata gli attori dopo la fine delle riprese.

Kyle Chandler

Kyle_chandlersInterpretava il vero protagonista della serie, il coach Eric Taylor. Già prima di FNL era piuttosto conosciuto in televisione, per serie come Homefront (1991-1993), Early Edition (1996-200). Ha recitato anche al cinema in molti film, tra cui King Kong, Super 8, Argo, The Wolf of Wall Street e Manchester By the Sea. Dal 2015 al 2017 ha recitato tra i protagonisti della serie Netflix Bloodline. Oggi l’attore ha 52 anni, è sposato e ha 2 figlie. Ha appena finito di lavorare per il film Godzilla: King of Monsters che uscirà nel 2019.

Connie Brittonconnie_britton

Era la meravigliosa consulente scolastica e moglie di Eric, Tami Taylor. Prima della serie, Britton aveva già recitato nel film di Friday Night Lights. La sua carriera ha fatto strada soprattutto in ambito televisivo: prima di FNL ha recitato in Spin City (1996-2000), mentre dopo ha lavorato in American Horror Story: Murder House (2011) e in Nashville (2012-2017). Oggi l’attrice ha 50 anni. Nel 2011 ha adottato un figlio. In questo periodo sta lavorando ad una nuova serie di Ryan Murphy, 9-1-1, che uscirà nel 2018.

Gaius_charlesGaius Charles

Cominciamo con i personaggi più giovani. Brian “Smash” Williams era una promessa nel football americano. Ora l’attore ha 34 anni e dopo FNL ha recitato in Grey’s Anatomy (2012-2014), in Aquarius (2015) e in Taken (2017). Proprio questo è stato l’ultimo progetto a cui ha lavorato, almeno fino ad oggi.

 

Zach GilfordZach_Gilford.jpg

Era il bravo e talentuoso Matt Saracen. La sua storia con Julie è stata una delle più dolci mai passate sui piccoli schermi. Oggi l’attore ha 35 anni. Nel 2012 si è sposato con l’attrice Kiele Sanchez. Dopo FNL, ha continuato a lavorare per la televisione in serie come Off the Map (2011), The Mob Doctor (2012-2013), The Family (2016) e Lifeline (2017). Questo è stato l’ultimo progetto per cui ha recitato fino ad ora.

Minka_Kelly2.jpgMinka Kelly

Interpretava la brava e sveglia Lyla Garrity. Oggi Kelly ha 37 anni. Ha recitato in qualche film, come The Butler, e in alcune serie tv: Parenthood (2010-2011) e Almost Human (2013-2014). L’ultimo progetto a cui ha lavorato si chiama Nomis, un action-thriller che uscirà nel 2018.

Taylor_Kitsch.jpgTaylor Kitsch

Il problematico e affascinante Tim Riggins oggi non è più un ragazzo. L’attore ha 36 anni e ha lavorato in parecchi film: The Covenant, X-Men Origins: Wolverine, John Carter, The Normal Heart. E’ tornato alla televisione per girare la seconda stagione di True Detective (2015). In questo periodo sta filmando una serie tv intitolata Waco che andrà in onda nel 2018.

Adrianne PalickiAdrianne_Palicki.jpg

Un altro personaggio problematico di FNL, ma anche uno dei più forti: Tyra Collette. Oggi Palicki ha 34 anni e dopo FNL ha lavorato in Agents of S.H.I.E.L.D. (2014-2016) e oggi è nel cast di The Orville (2017). L’ultimo progetto a cui ha preso parte, però, è una mini-serie intitolata Pretty Vacant che si trova in stato di post-produzione.

Jesse_PlemonsJesse Plemons

Era lo strano e adorabile Landry Clarke. Oggi l’attore ha 29 anni ed è fidanzato con l’attrice Kirsten Dunst. Per quanto riguarda la sua carriera cinematografica, Plemons ha lavorato in Passione ribelle, dove interpretava Matt Damon da bambino (Plemons è famoso per la sua somiglianza con Matt Damon). Ha recitato anche in Barry Seal – Una storia americana, The Post e Game Night (questi ultimi due devono ancora uscire). Anche in televisione non gli è andata male: dopo FNL ha recitato in Breaking Bad (2012-2013) e in Fargo (2015). L’ultimo progetto a cui ha preso parte è The Bell Jar, un film dramedy che uscirà nel 2018 e che è diretto proprio da Kirsten Dunst.

Scott PorterScott_Porter.jpg

Era Jason Street, il talento che nella serie ha avuto un incidente e ha dovuto cambiare tutti i piani che aveva per la sua vita. L’attore ha oggi 39 anni, è sposato e ha due figli. Ha recitato in alcuni film, tra cui Bandslam e Dear John, e in alcune serie tv, come The Good Wife (2010-2011), Scorpion (2015) e Hart of Dixie (2011-2015). Il suo ultimo progetto è un film intitolato Brampton’s Own, un drama in fase di post-produzione .

Aimee_Teegarden.jpgAimee Teegarden

Era Julie Taylor, figlia di Eric e Tami. Oggi Teegarden ha 28 anni. Ha recitato in Scream 4 e Prom e in serie come Star-Crossed (2014) e Notorious (2016). L’ultimo progetto a cui ha lavorato è A Chane of Heart, una commedia distribuita nel 2017.

 

 

Michael B. JordanMichael_b_Jordan.jpg

Era Vince Howard nelle ultime due stagioni di FNL. Oggi l’attore ha 30 anni e sta facendo carriera. Ha recitato in Fantastic Four e sarà in Black Panther e Avengers: Infinity War. Ma prima di arrivare sui grandi schermi ha lavorato per la televisione, prima di FNL, in The Wire (2002), All My Children (2003-2006) e dopo FNL in Parenthood (2010-2011). Ha appena finito di girare Creed II, un action movie che uscirà nel 2018.

Jurnee_smollettJurnee Smollett

Altro personaggio introdotto nelle ultime stagioni di FNL: Jess Merriweather. Oggi Smollett ha 31 anni, è sposata e ha un figlio. Prima di FNL ha recitato in Gli amici di papà (1992-1994), On Our Own (1994-1995), Cosby (1998-2000). Dopo FNL, invece, ha recitato in The Defenders (no, non quella di Netflix, quella del 2010-2011), True Blood (2013-2014) e Undreground (2016-2017). Ha appena terminato le riprese di One Last Thing, un film drama che dovrebbe uscire a breve.

Matt LauriaMatt_Lauira

Altro personaggio delle ultime stagioni: Luke Cafferty. Oggi Lauria ha 35 anni ed è sposato. Prima di FNL ha recitato in Lipstick Jungle (2008-2009), mentre dopo ha preso parte a The Chicago Code (2011), Parenthood (2012-2015) e Kingdom (2014-2017). Per il momento non ha preso parte a nessun altro progetto.

Dora Madison.jpgDora Madison

Era Becky Sproles, la ragazza di cui Luke era innamorato e l’amica e confidente di Tim Riggins nelle ultime stagioni Oggi Madison ha 27 anni. Ha recitato al cinema in Song to Song e in televisione in Dexter (2013), Star-Crossed (2014), Chicago Fire (2015-2016) e What Would Diplo Do? (2017). Nel 2017 ha recitato in Night of the Babysitter, un horror in fase di post-produzione.

 

Grey DamonGrey_Damon.jpg

Era il talento Hastings Ruckle nelle ultime stagioni di FNL. Oggi l’attore ha 30 anni. Ha recitato nel film Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo: il mare dei mostri. In televisione ha preso parte a serie come The Nine Lives of Chloe King (2011), Twisted (2013-2014), Star-Crossed (2014), Aquarius (2015-2016) e The Flash (2016). Ha lavorato come ultimo progetto a Cadaver, un horror che uscirà nel 2018.

 

Quale era il vostro personaggio preferito? Avete visto questi attori in altri progetti che non ho specificato?

Per quali altre serie vorreste vedere la breve guida su che fine hanno fatto gli attori oggi?

Series-in-Progress #4: Netflix

Series-in-Progress è una serie di 6 articoli in cui verranno elencati i progetti e le novità che le reti televisive statunitensi porteranno sui piccoli schermi nei prossimi mesi e anni. I nuovi progetti sono tanti, troppi da inserire in un unico pezzo, così verranno divisi in 6 diversi articoli, in ordine alfabetico. Di alcune serie si sa poco o niente, ancora, ma per altre abbiamo già informazioni interessanti.

Netflix

paris-isabel-may.jpgAlexa & Katie E’ una sitcom in 13 episodi. Parla di due migliori amiche che sono emozionate dal fatto di cominciare il liceo. Ma succede qualcosa che le rende immediatamente delle emarginate. Nel cast c’è anche Tiffani Thiessen.

 

Alterated Carbon E’ una serie syfy basata su un romanzo di Richard K. Morgan. Sarà divisa in 10 epsodi. Si svolge circa 500 anni nel futuro, quando il Protettorato delle Nazioni Unite regna su dei pianeti extra-solari creati dagli uomini.

Kingdom E’ una co-produzione con il Sud Corea. Usicrà nel 2018. E’ una serie ambientata nella Corea medievale e narra le vicende di un principe che viene mandato a compiere una missione suicida per investigare una piaga misteriosa che si sta diffondendo nel paese. Scoprirà così che il virus trasforma tutti in zombie.

Kiss Me First E’ una co-produzione di Netflix e E4. Uscirà nel 2018. Narra le vicende di una ragazza sola e dipendente da un videogioco che si svolge nel mondo di Agora che conosce una ragazza che ama divertirsi ma che ha un oscuro segreto.

kiss-me-first-netflix-e4-1280x732

La casa de Las Flores E’ una comedy in lingua spagnola. Parla di una famiglia messicana ricca ma con molti problemi.

la-casa-de-las-flores-netflix-caro-castro-1024x559

Lost in Space E’ una serie syfy, reboot della serie omonima del 1965. Sarà divisa in 10 episodi ed uscirà a maggio 2018. Segue le avventure di una pionieristica famiglia di colonialisti spaziali la cui astronave finisce fuori rotta. Nel cast sono presenti Toby Stephens, Molly Parker e Parker Posey.

emma-stone-jonah-hill.jpgManiac E’ una dark comedy che uscirà nel 2018 e che sarà costituita da 10 episodi. E’ basata su una serie norvegese. Narra dei mondi fantastici che si trovano nelle menti di due pazienti di un ospedale psichiatrico. Tra i protagonisti ci sono Jonah Hill, Emma Stone, Justin Theroux e Sally Field.

Ratched E’ basata sul romanzo “Qualcuno volò sul nido del cuculo”. Per otteneresarah-paulson-nurse-ratched.jpg questa serie, Netflix ha dovuto battere sia Apple che Hulu. Per il momento ha commissionato 2 stagioni per 18 episodi. Il regista del primo episodio sarà Ryan Murphy che è anche tra i produttori esecutivi. La protagonista, l’infermiera Ratched, sarà interpretata da Sarah Paulson. Il progetto è stato scritto da Evan Romansky che si è da poco laureato.

The Ballad of Buster Scruggs E’ una serie antologica  western scritta e prodotta dai fratelli Coen. Sarà divisa in 6 storie e uscirà nel 2018. James Franco e Zoe Kazan fanno parte del cast.

damien-chazelleThe Eddy E’ una serie drammatica musicale creata da Damien Chazelle che dirigerà anche i primi due episodi. Si svolgerà a Parigi e ci saranno dialoghi in inglese, francese e arabo. Sarà costituita da 8 episodi.

The End of the F***ing World E’ una dark comedy, co-prodotta da Netflix e Channel 4 (UK). E’ basata sulla serie di fumetti “The End of the Fucking World” di Charles S. Forsman. Sarà divisa in 8 episodi. E’ stata distribuita su Channel 4 il 24 ottobre 2017, mentre arriverà su Netflix nei primi mesi del 2018. Nel cast è presente Gemma Whelan.

The Umbrella Academy E’ basata sul fumetto omonimo di Gerard Way. Narra di vicendethe-umbrella-academy-2.jpg di supereroi. Uscirà nel 2018 e la protagonista sarà interpretata da Ellen Page.

Tidelands E’ una co-produzione con una rete australiana. Uscirà nel 2018 e sarà costituita da 10 episodi. Segue le vicende di un’ex criminale che torna nella sua città natale, un villaggio di pescatori. Quando viene trovato il corpo di un pescatore locale, la donna dovrà investigare su ciò che è successo e sui cittadini, persone pericolose, mezze sirene e mezzi umani che si fanno chiamare Tidelanders.

Troy: Fall of a City E’ una mini-serie, co-prodotta da Netflix e BBC One. Seguirà le vicende della guerra di Troia e della storia d’amore tra Paride ed Elena.

Wanderlast E’ una co-produzione tra Netflix e BBC One. Sarà divisa in 6 episodi. Nel cast c’è Toni Collette.

Altri progetti in corso per Netflix:

  • Edha (drama in lingua spagnola)
  • Diablero (serie horror/fantasy in lingua spagnola)
  • Dogs of Berlin (drama in lingua tedesca)
  • Everything Sucks (Comedy)
  • Love Alarm (drama in lingua coreana)
  • O Mecanismo (drama in lingua portoghese)
  • Osmosis (serie syfy in lingua francese)
  • The Legend of Monkey (serie fantasy)
  • Safe (thriller)
  • Samantha! (commedia in lingua portoghese)
  • The Rain (drama)
  • Serie tv con Agnieszka Holland (thrille di spionaggio in lingua polacca)
  • Serie a Istanbul (historical drama li lingua turca)
  • Serie live-action di Mob Psycho 100 (drama in lingua giapponese)
  • Elite (serie mystery in lingua spagnole)
  • Messiah (drama)
  • Miniserie su Central Park (drama)
  • Again (thriller)
  • A Taiwanese Tale of Two Cities (drama)
  • Baby (drama in lingua italiana)
  • Bard of Blood (spionaggio in più lingue)
  • Bardo (thriller supernaturale in lingua cinese)
  • Best Worst Weekend Ever (comedy)
  • Black Earth Rising (drama)
  • Chambers (teen thriller)
  • Coisa Mais Linda (period drama in lingua portoghese)
  • Collateral (thriller)
  • Giri/Haji (drama)
  • Hit and Run (politico/spionaggio)
  • Huge in France (comedy)
  • Insatiable (dark comedy)
  • Jimmy: the true story of a true idiot (commedia in lingua giapponese)
  • Pine Gap (thriller politico)
  • Quicksand (crime in lingua svedese)
  • Raising Dion (family drama syfy)
  • Requiem (thriller supernatural)
  • Sacred games (drama inglese/indi)
  • Selection day (drama)
  • Seven seconds (crime)
  • The Dark Crystal: Age of the Resistence (fantasy)
  • The Good Cop (commedia polizia)
  • The Green Beret’s Guide to Surviving the Apocalypse (comedy)
  • The Haunting of Hill House (horror)
  • The Kominsky Method (comedy)
  • The Letdown (comedy)
  • The Lunar Chronicles (fantasy)
  • The Spy (drama in lingua francese)
  • The witcher (fantasy)
  • Commedia con Amy Poehler e Natasha Lyonne
  • Serie soprannaturale britannica
  • Commedia con Jenji Kohan
  • Drama con Lior Raz e Avi Issacharoff
  • Dark comedy con Michaela Coel
  • Drama con Ricky Gervais

Se vuoi sapere che sta succedendo presso le altri reti americane, clicca i link qui sotto:

Series-in-progress #1: A&E, ABC, AMC

Series-in-progress #2: CBS, Fox, Freeform

Series-in-progress #3: FX, HBO, NBC

Series-in-progress #5: Prime Video, Showtime, Spike, Starz

Series-in-progress #6: Hulu, Syfy, The CW, TNT, USA Network