I 5 momenti TOP di The Punisher

Attenzione: SPOILER su tutte le serie Marvel-Netflix

The-Punisher-1-600x416

Netflix e la Marvel ci hanno dimostrato in più occasioni che sanno quello che fanno. The Punisher è la sesta serie e settima stagione che ci propongono e, ad eccezione di Iron Fist, di molto sotto al livello a cui hanno abituato, tutte le altre hanno decisamente raggiunto il loro obiettivo.

The Punisher, in particolare, comincia un po’ sotto tono, tanto che mentre la si guarda ci si chiede che fine abbia fatto il Frank Castle di Daredevil, ma con l’avanzare delle puntate viene dimostrato che Punisher non è per nulla il vecchio Frank Castle (come ha anche dichiarato Jon Bernthal in un’intervista).

Così, lentamente, questa diviene la serie migliore tra tutte quelle del Marvel Cinematic Universe. Principalmente questo è dovuto a due fattori:

  1. The Punisher non è un eroe, il suo obiettivo è uccidere, senza se e senza ma, perciò gli sceneggiatori si sono potuti divertire e hanno potuto sfogare tutta la violenza che invece The Defenders devono trattenere per motivi etici.
  2. L’eccezionale bravura di Bernthal. Lo show sarebbe bello comunque, anche senza di lui, ma non arriverebbe a certi livelli di raffinatezza attoriale.

Ci sono alcuni momenti, comunque, che meritano di essere ricordati per aver sorpreso e esterrefatto spettatori praticamente in tutto il mondo e che hanno reso questa serie un esempio di epicità.

Ecco i 5 momenti più epici di The Punisher (SPOILER!)

  1. Billy è il cattivo

I militari hanno ben poche qualità (forse nessuna), ma una è il cameratismo. Si considerano fratelli, si fidano gli uni degli altri, si salvano la vita a vicenda, letteralmente. Frank considera Billy la sua famiglia, l’ultima persona che lo mantiene in qualche modo legato alla realtà e il motivo per cui prova ancora qualche ricordo di emozione. Perciò, quando Frank decide di non seguire il consiglio di Billy e di non scappare in un altro paese dove può cominciare una nuova vita, mai più avrei pensato che questa sua scelta lo avrebbe salvato, perché Billy Russo, in realtà, ha venduto l’anima al diavolo. E’ solo un momento, un piccolo sgranare d’occhi, ma non lo avevo anticipato minimamente. Forse per qualcuno era logico, ma devo dire che credevo Billy fosse un alleato, non un antagonista, vista anche la sua relazione con la detective Madani.

The_Punisher_Billy_Russo

  1. Il vetro anti-proiettile

Netflix ci ha abituato che nelle serie dei supereroi Marvel, ogni stagione è più o meno divisa in due: verso la metà, dopo 7-8 episodi, succede qualche colpo di scena per cui si ha un mini climax che poi porta al caos e alla risoluzione finale nei successivi 5 o 6 episodi (come, per esempio, la morte di Cottonmouth in Luke Cage). Perciò, quando Frank sta per uccidere Rawlins, dopo che lui e Micro lo hanno stanato nel suo nascondiglio dorato, è normale pensare che Rawlins morirà e che il cattivo diverrà Billy o risulterà essere qualcuno di inaspettato. Invece, non succede nulla. Rawlins guarda fuori dalla finestra, il proiettile parte, ma il vetro non si rompe, si crepa soltanto. E nel giro di 10 secondi tutto quello che era certo non lo è più: Frank non è più in vantaggio, Rawlins sa che Frank è sulle sue tracce e Frank e Micro, che credevano di poter finalmente uscire dal loro buco, devono rintanarcisi dentro più di prima e ricominciare da capo.

The_Punisher_Rawlins

  1. Il segreto muore con lui

Dinah Madani e il suo partner Sam Stein decidono di creare la trappola perfetta per chiunque stia cercando Frank. Billy cade nella trappola e, insieme ai suoi soldati, comincia uno scontro a fuoco con Homeland Security. Ovviamente Madani non sa che si sta prendendo a proiettili con l’uomo con cui ha iniziato una relazione che da prettamente sessuale si sta trasformando in molto di più. Ma Billy sa tutto. Dopo la sparatoria, Billy è l’unico rimasto in vita e scappa. Stein lo insegue e riesce a disarmarlo. Ma appena lo smaschera e scopre la sua vera identità, Billy tira fuori dalla manica un coltello e lo colpisce al collo. Poi se ne va. Madani arriva prima che Stein muoia e lo soccorre, disperata. Lo sguardo di Stein è, come dice lei quando parla dell’accaduto, sorpreso. Dinah crede sia perché non si aspettava di morire, invece è solo perché vorrebbe tanto dirle la verità. E tu, che guardi la serie, vorresti urlargli di dirlo, di provarci, ma è tutto inutile e poi sei costretto a guardare Dinah sconvolta che si fa lavare il sangue proprio da Billy che si insinua nella sua vita sempre di più. E l’odio verso di lui cresce e cresce.

ThePunisher_Stein

         4. The Punisher

E’ il momento che tutti aspettavamo. Lo scudo con il teschio. Il momento in cui Frank Castle diventa effettivamente The Punisher. E’ uno dei momenti di azione più belli della serie (anche se non è tra i più violenti). Frank combatte e fa fuori da solo un plotone di soldati della Anvil lì apposta per ucciderlo. Si prepara come meglio può, ha le sue armi e il suo fidato coltello e ha il vantaggio di conoscere bene il seminterrato in cui avviene lo scontro. Non viene detta una parola per tutta la scena, tranne alla fine quando Frank cerca Billy, convinto di trovarlo tra le sue vittime, ma scopre poi che il suo ex migliore amico è diventato codardo e si è tirato indietro. D’altronde Frank fa davvero tanta paura. Una classica scena d’azione costruita benissimo che fa salire l’adrenalina.

ThePunisher.jpg

Prima del momento numero 1, ecco alcune scene che meritano di essere menzionate:

  • L’incontro da “mezzanotte di fuoco” tra Frank e Billy
  • La serata da ubriachi di Frank e Micro
  • La fine del primo episodio, quando Frank entra in azione per la prima volta, dopo una puntata piatta
  • Lo scontro nel bosco
  • Il momento in cui Micro dice a Madani che anche lei un giorno capirà perché Frank fa quello che fa
  • Frank salva Madani dall’auto che poi esplode
  1. The Punisher Parte 2

Se non era quello il momento in cui Frank diventa The Punisher, si può considerare tale la scena dopo lo scontro finale tra lui e Billy, quando decide di non ucciderlo. Ma non lo fa perché lo ama, perché gli vuole bene, no, è proprio il contrario. Frank dice di essere un “reminder” di ciò che Billy e gli altri hanno fatto in passato e decide di risparmiargli la vita, così che lui ogni mattina possa svegliarsi e ricordare tutto. Gli spacca comunque la faccia per lasciargli un ricordo che potrà vedere ogni giorno. Billy, in un momento in cui sembra avere la meglio, gli dice di guardarsi allo specchio, perché si dovrebbe odiare, ma è proprio Billy che invece odia se stesso. E’ l’alter-ego di Frank, la sua parte negativa. Ma Frank è oltre, diviene un vero e proprio “memento mori” ambulante.

ThePunisherMomentoMori

Ora rimane solo da chiedersi che fine farà The Punisher, dato che è un umo libero.. suppongo dovremo aspettare e sperare ci sia una seconda stagione.

 

 

Serie tv in uscita a marzo 2017

Ecco il calendario delle serie tv che usciranno nel mese di marzo 2017, in Italia e in altri Paesi del mondo.

Attenzione: in quest’articolo sono segnalate solo le novità, quindi le serie di cui dobbiamo ancora vedere la prima stagione.

1 MARZO

Chicago Justice – NBC

NBC-Chicago-Justice-Responsive-SHOWIMAGE-1920x1080-JW.jpg

La aspettavamo da tanto e, finalmente, approda su NBC l’ultima serie del franchise di Chicago. Dopo i vigili del fuoco, i detective dell’Intelligence e i medici, gli ultimi arrivati sono avvocati che fanno parte della squadra del Procuratore distrettuale di Chicago. Molti degli attori sono già comparsi in alcune puntate di “Chicago Fire”, “Chicago P.D.” e “Chicago Med“, ma finalmente avranno uno spazio tutto loro in cui potremo vederli all’opera.                                                                                                                                                         Per il momento non si sa quando e dove questa serie verrà trasmessa in Italia.                  Ecco il trailer.

5 MARZO

Feud – FX

feud

Tra pochi giorni ci sarà una nuova serie antologica, “Feud”, sviluppata dall’irreprensibile Ryan Murphy, il re delle serie antologiche (“American Horror Story”, “Scream Queens”). La prima stagione di questa serie ha un sottotitolo: “Bette and Joan”. È costituita da 8 episodi. Ancora prima di essere trasmessa, FX ha rinnovato la serie per una seconda stagione di 10 episodi, sottotitolata “Charles and Diana”, programmata per la stagione 2017/2018.       Anche per questa serie, non si sa nulla per quando riguarda la trasmissione in Italia.       Ecco il trailer.

Making History – Fox

making.jpg

Questa serie comedy narra le vicende di 3 persone che vengono da da 2 secoli differenti. Oltre alle avventure nate dal viaggio nel tempo, i protagonisti dovranno affrontare i problemi di tutti i giorni. Tra i personaggi principali c’è Leighton Meester, che alcuni di voi possono ricordare come Blair di “Gossip Girl”.

Per quanto riguarda la trasmissione della serie in Italia, non ci sono ancora date certe, ma la rete Fox ha una forte presenza su Sky, quindi probabilmente non dovremo aspettare molto per vederla sui nostri schermi.                                                                                                 Ecco il trailer.

The Arrangement – E!

0ed3802d-b1e2-4225-96e9-913bb53917b3

Questa serie, come molte di quelle prodotte da E!, sarà probabilmente ricca di “glamour” – elemento non necessariamente positivo. La serie narra le vicende di giovani attori che si trovano a dover vivere con un tipo di accordo che cambierà le loro vite per sempre.

Non si sa ancora nulla dell’arrivo di questa serie in Italia.                                                          Ecco il trailer.

Time After Time – ABC

time-after-time-abc-tv-series-key-art-logo-740x416

Parlando di serie che riguardano il viaggio nel tempo, anche ABC ne ha prodotta una del genere, più syfy rispetto a quella di Fox. La serie è ispirata al libro e al film omonimi.         In questo caso, l’inventore della macchina del tempo si ritrova invischiato nei delitti di Jack Lo Squartatore.

Ancora una volta, non è ancora stabilito nulla per quanto riguarda gli schermi italiani.  Ecco il trailer.

10 MARZO

The Detour – Joi (Italia)

detour03-e1460416346445

The Detour” è una serie americana che parla di una famiglia composta dai genitori e due figli che viaggia verso la Florida. Si tratta di una sitcom, quindi di una serie con un format intorno ai 22 minuti e con un background comico.                                                                               La prima stagione ha avuto un discreto successo, tanto da essere rinnovata. Negli Stati Uniti, dal 21 febbraio, è infatti in onda la seconda stagione.                                                       Ecco il trailer.

14 MARZO

Trian & Error – NBC

trial-and-error-tv-series-season-one-nbc-cancelled-renewed-1.jpg

Tornando agli USA, su NBC comincerà a breve una nuova sitcom che narra in modalità documentario le vicende di un avvocato. Il trailer fa sembrare la serie piuttosto divertente. Il protagonista è Nick D’Agosto, già visto in “Masters of Sex”. Tra gli altri personaggi ci sono il grande John Lithgow (Winston Churchill di “The Crown”) e Jayma Mays (“Glee”).

Anche per questa serie, come da copione, non si sa ancora nulla sulla data di uscita in Italia.                                                                                                                                                              Ecco il trailer.

16 MARZO

Snatch – Crackle

snatch-crackle-screengrab-image-5.png

Questa serie è nata dalla co-produzione tra Inghilterra e Stati Uniti d’America. È basata sul film omonimo diretto da Guy Richie nel 2000. Tra i protagonisti ci sono Luke Pasqualino (“Skins”, “The Musketeers”) e Rupert Grint (il mitico Ron di “Harry Potter”).

Questa serie promette molto, dato che narra di criminali e che, avendo una parte di produzione inglese, potrebbe contenere un forte black humor tipico delle commedie britanniche.                                                                                                                                                  Ecco il trailer.

17 MARZO

Marvel’s Iron Fist – Netflix (anche in Italia)

iron.jpg

Dopo “Daredevil”, “Jessica Jones” e “Luke Cage”, arriva finalmente su Netflix l’ultimo dei membri di “The Defenders” (serie crossover che dovrebbe andare in onda, sempre su Netflix, più avanti nel 2017 e che dovrebbe vedere tutti i protagonisti di queste serie insieme). Questa volta, il personaggio principale è Danny Rand, interpretato da Finn Jones (“Il trono di spade”), esperto di arti marziali.

Essendo su Netflix, la serie verrà distribuita in contemporanea negli Stati Uniti e in Italia. Ecco il trailer.

One Mississippi – Amazon Prime Video (Italia)

one-miss.png

Questa comedy semi-autobiografica è stata creata dalla comica Tig Notaro. La serie segue le vicende della protagonista che da Los Angeles torna nel Mississippi quando scopre che stanno per spegnere le macchine che tengono in vita sua madre. Negli Stati Uniti la prima stagione (di cui produttori esecutivi sono Diablo Cody e Louis C.K.) ha fatto successo ed è stata rinnovata.                                                                                                                                               Ecco il trailer.

22 MARZO

Shots Fired – Fox

shotsfired_avatar_0

Questa serie sarà divisa in 10 episodi e sarà drammatica. Narra gli accadimenti a seguito di una sparatoria a fondo razziale in una finta città del Nord Carolina – un tema decisamente molto attuale.

Ancora una volta, nessuna novità per quanto riguarda la trasmissione della serie in Italia. Ecco il trailer.

24 MARZO

Crisis in six scenes – Amazon Prime Video (Italia)

crisis.jpg

Finalmente arriva anche in Italia la serie Amazon diretta e interpretata da Woody Allen. La serie è costituita da 6 episodi ed è auto-conclusiva. Per chi ama i film di Woody Allen è piuttosto divertente, basata ovviamente sui dialoghi. Tra i protagonisti c’è anche Miley Cyrus (che però è poco adatta a questa parte). Ecco il trailer.

Ingobernable – Netflix (anche in Italia)

ingoberabe

Una delle prossime serie che uscirà su Netflix, quindi in contemporanea anche in Italia, è questo drama politico messicano con protagonista Kate De Castillo che interpreta la moglie del presidente messicano.                                                                                                         Ecco il trailer.

29 MARZO

Harlots – Hulu

harlots.jpg

La nuova serie di Hulu narra le vicende di una proprietaria di un bordello, Margaret Wells, che fatica per crescere le sue figlie nella Londra del diciottesimo secolo.

Il trailer è molto accattivante, vedremo se la serie dimostrerà di esserlo altrettanto.         Ecco il trailer.

Imaginary Mary – NBC

imagin.jpg

Questa sitcom è un misto di stili: è infatti in parte live-action, in parte animazione. Narra le vicende di una donna interpretata da Jenna Elfman (“Dharma & Greg”, “Incinta per caso”) che si vede ricomparire Mary, l’amica immaginaria che aveva da bambina.

Il 29 marzo vedremo solo una piccola parte della serie che, poi, andrà regolarmente in onda dal 4 aprile.                                                                                                                                                      Ecco il trailer.

31 MARZO

Good Girls Revolt – Amazon Prime Video (Italia)

good-girls-revolt-tv-show-on-amazon-season-1-canceled-or-renewed

Questa serie segue le vicende di alcune donne che lavorano per “News of the Week” nel 1969. In questo periodo rivoluzionario, le donne si batteranno per essere considerate come i loro colleghi uomini.

Purtroppo la serie è stata cancellata dopo una sola stagione.                                                             Ecco il trailer.

Tredici – Netflix (anche in Italia)

maxresdefault (1).jpg

Questa serie è basata sul romanzo “Thirteen Reasons Why” di Jay Asher (2008). Narra le vicende di uno studente che trova delle registrazioni fatte da una sua compagna di classe che ha commesso suicidio poco tempo prima.