Le nomination dei Critics’ Choice Awards 2018 sono qui!

critics-choice-awards-logo1

L’11 gennaio 2018 avranno luogo i Critics’ Choice Awards. Questa cerimonia viene presentata annualmente dalla Broadcast Television Journalists Association (BTJA) negli Stati Uniti d’America. La prima edizione ha avuto luogo nel 2011. Vengono premiati sia fil che serie tv. Noi ci concentreremo sulle seconde. Vediamo chi si è aggiudicato la nomination quest’anno!

Migliore serie drammatica thiisau

  • American Gods (Starz)
  • Game of Thrones (HBO)
  • Stranger Things (Netflix)
  • The Crown (Netflix)
  • The Handmaid’s Tale (Hulu)
  • This Is Us (NBC)

Migliore attrice in una serie drammaticaElisabeth_Moss

  • Caitriona Balfe (Outlander – Starz)
  • Christine Baranski (The Good Fight – CBS All Access)
  • Claire Foy (The Crown – Netflix)
  • Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale – Hulu)
  • Robin Wright (House of Cards – Netflix)
  • Tatiana Maslany (Orphan Black – BBC America)

Migliore attore in una serie drammaticaSterling_K_Brown

  • Bob Odenkirk (Better Call Saul – AMC)
  • Freddie Highmore (Bates Motel – A&E)
  • Ian McShane (American Gods – Starz)
  • Liev Schreiber (Ray Donovan – Showtime)
  • Paul Giamatti (Billions – Showtime)
  • Sterling K. Brown (This Is Us – NBC)

Migliore attrice non protagonista in una serie drammaticaMargo_Martindale

  • Ann Dowd (The Handmaid’s Tale – Hulu)
  • Chrissy Metz (This Is Us – NBC)
  • Cush Jumbo (The Good Fight – CBS All Access)
  • Emilia Clarke (Game of Thrones – HBO)
  • Gillian Anderson (American Gods – Starz)
  • Margo Martindale (Sneaky Pete – Amazon Prime Video)

Migliore attore non protagonista in una serie drammaticaPeter_Dinklage

  • Asia Kate Dillon (Billions – Showtime)
  • Bobby Cannabale (Mr. Robot – USA)
  • David Harbour (Stranger Things – Netflix)
  • Delroy Lindo (The Good Fight – CBS All Access)
  • Michael McKean (Better Call Saul – AMC)
  • Peter Dinklage (Game of Thrones – HBO)

Migliore serie comedy                        The Big Bang Theory.jpg

  • Black-ish (ABC)
  • GLOW (Netflix)
  • Modern Family (ABC)
  • Patriot (Amazon Prime Video)
  • The Big Bang Theory (CBS)
  • The Marvelous Mrs. Masel (Amazon Prime Video)

Migliore attrice in una serie comedyAlison_Brie

  • Alison Brie (GLOW – Netflix)
  • Constance Wu (Fresh Off the Boat (ABC)
  • Ellie Kemper (Unbreakable Kimmy Schmidt – Netflix)
  • Kristen Bell (The Good Place – NBC)
  • Rachel Brosnahan  (The Marvelous Mrs. Maisel – Amazon Prime Video)
  • Sutton Foster (Younger – TV Land)

Migliore attore in una serie comedyAziz_Ansari

  • Anthony Anderson (Black-ish – ABC)
  • Aziz Ansari (Master of None – Netflix)
  • Hank Azaria (Brockmire – IFC)
  • Randall Park (Fresh Off the Boat – ABC)
  • Ted Danson  (The Good Place – NBC)
  • Thomas Middleditch (Silicon Valley – HBO)

Migliore attrice non protagonista in una serie comedyAlex_Borstein.jpg

  • Alessandra Mastronardi (Master of None – Netflix)
  • Alex Borstein (The Marvelous Mrs. Maisel – Amazon Prime Video)
  • Betty Gilpin (GLOW – Netflix)
  • Jenifer Lewis (Black-ish – ABC)
  • Mayim Bialik (The Big Bang Theory – CBS)
  • Rita Moreno (One Day at a Time – Netflix)

Migliore attore non protagonista in una serie comedyKumail_Nanjiani.png

  • Ed O’Neill (Modern Family – ABC)
  • Kumail Nanjiani (Silicon Valley – HBO)
  • Marc Maron (GLOW – Netflix)
  • Sean Hayes (Will & Grace – NBC)
  • Tituss Burgess (Unbeakable Kimmy Schmidt – Netflix)
  • Walton Goggins (Vice Principals – HBO)

Migliore mini-serieAmerican_Vandal

  • American Vandal (Netflix)
  • Big Little Lies (HBO)
  • Fargo (FX)
  • Feud: Bette and Joan (FX)
  • Godless (Netflix)
  • The Long Road Home (National Geographic)

Migliore film per la televisioneThe_Immortal_Lif

  • I Am Elizabeth Smart (Lifetime)
  • Flint (Lifetime)
  • Sherlock: The Lying detective (PBS)
  • The Immortal Life of Henrietta Lacks (HBO)
  • The Wizard of Lies (HBO)

Migliore attrice in una mini-serie o in un film per la televisioneAlana_Boden

  • Alana Boden (I Am Elizabeth Smart – Lifetime)
  • Carrie Coon (Fargo – FX)
  • Jessica Biel (The Sinner – USA)
  • Jessica Lange (Feud: Bette and Joan – FX)
  • Nicole Kidman (Big Little Lies – HBO)
  • Reese Wihterspoon (Big Little Lies – HBO)

Migliore attore in una mini-serie o in un film per la televisioneEvan_Peters.png

  • Bill Pullman (The Sinner – USA)
  • Evan Peters (American Horror Story: Cult – FX)
  • Ewan McGregor (Gargo – FX)
  • Jack O’Connell (Godless – Netflix)
  • Jeff Daniels (Godless – Netflix)
  • Jimmy Tatro (American Vandal – Netflix)
  • Robert De Niro (The Wizard of Lies – HBO)

Migliore attrice non protagonista in una mini-serie o in un film per la televisioneRegina_King

  • Jackie Hoffman (Feud: Bette and Joan)
  • Judy Davis (Feud: Bette and Joan – FX)
  • Laura Dern (Big Little Lies – HBO)
  • Mary Elizabeth Winstead (Fargo – FX)
  • Michelle Pfeiffer (The Wizard of Lies – HBO)
  • Regina King (American Crime – ABC)

Migliore attore non protagonista in una mini-serie o in un film per la televisioneDavid_Thewlis

  • Alexander Skarsgard (Big Little Lies – HBO)
  • Alfred Molina (Feud: Bette and Joan – FX)
  • Benito Martinez (American Cimre – ABC)
  • David Thewlis (Fargo – FX)
  • Johnny Flynn (Genius – National Geographic)
  • Stanley Tucci (Feud: Bette and Joan – FX)

Migliore talk showHarry

  • Harry (syndicated)
  • Ellen (NBC)
  • Jimmy Kimmel Live! (ABC)
  • The Late Late Show with Hames Corden (CBS)
  • The Tonight Show Starring Jimmy Fallon (NBC)
  • Watch What Happens Live with Andy Cohen (Bravo)

Chi si merita di vincere?

 

Serie tv in uscita a giugno 2017

Sono 17, questo mese. Alcune escono solo negli US, ma grazie a Neftlix, arriveranno sui nostri schermi (del PC) molte serie. Cominciamo!

Childhood’s End

Questa miniserie è del 2015 e si basa sul romanzo “Le guide del tramonto” di Arthur C. Clarke. È composta da 3 puntate in totale. La Terra viene pacificamente invasa da degli alieni che eliminano tutti i problemi dell’umanità: povertà, fame, malattie. Gli uomini si trovano a vivere un’esistenza ideale, ma quando i loro figli cominciano a comportarsi diversamente dal “normale”, capiscono che c’è qualcosa che gli alieni hanno tenuto loro nascosto. La serie arriverà in Italia il 15 giugno, su Premium Action. Voto IMdB: 6,9

show_art_ChildhoodsEnd_0

Claws

Questa dramedy (drama and comedy) parla di 5 donne che lavorano in un salone di manicure, ma entrano nel – maschile – mondo del crimine organizzato quando cominciano a riciclare del denaro per aiutare una clinica di recupero dal dolore del vicinato. Uscirà l’11 giugno su TNT, negli Stati Uniti. Ancora non si sa nulla per quanto riguarda l’Italia. Voto IMdb: non notificato

turner.jpg

Fear the Walking Dead

Ormai alla terza stagione, tutti sappiamo (o dovremmo sapere) che questo è lo spin-off di “The Walking Dead”. I personaggi delle due serie non sono legati tra loro se non dal fatto che vivono nello stesso mondo di morti-viventi. Questa stagione è composta da 16 episodi. Su AMC uscirà il 4 giugno, mentre in Italia uscirà dopo poco, il 18 giugno, con una doppia puntata, su MTV e su Sky. Voto IMdB: 7,1

fear_the_walking_dead_cast

Flaked

Su Netflix, negli Usa così come da noi, uscirà la seconda stagione il 2 giugno, cioè la settimana prossima. Narra le vicende di un single quarantenne la cui vita viene improvvisamente sconvolta per l’arrivo di London, una giovane donna. Voto IMdB: 7,2

5d585cc87cf6d1dc9fb53296d91dfcb393bb63fc.jpg

G.L.O.W.

Altra serie che arriva in Italia contemporaneamente agli USA grazie alla nostra piattaforma di streaming preferita. Debutterà il 23 giugno. Narra le vicende di un gruppo di donne che, negli anni ’80, si esibisce per un’organizzazione di wrestling a Los Angeles. Lo spettatore viene introdotto a questo mondo grazie alla protagonista, una giovane attrice che si ritrova a fare un’audizione proprio per il ruolo di wrestler. Voto IMdB: non notificato

glow-netflix-first-look-1.jpg

I’m Dying Up Here

Altra dramedy che, per il momento, uscirà solo negli USA, su Showtime, il 4 giugno. Narra le vicende di alcune persone che, nella Los Angeles degli anni ’70, fanno stand-up comedy, cercando di fare ridere il proprio pubblico raccontando storie e barzellette divertenti. Voto IMdB: non notificato

Im-Dying-Up-Here-TV-show-on-Showtime-season-1-canceled-or-renewed.-1-578x400

Orange is the New Black

Ok, inutile parlarne tanto. Tutti, anche chi non la guarda, sanno di cosa si tratta. Uscirà la quinta attesissima stagione il 22 giugno, su Netflix. Alcuni hacker hanno rubato l’intera stagione e hanno ricattato Netflix, chiedendo denaro in cambio della non pubblicazione delle puntate. Netflix non ha accettato e le puntate sono state rilasciate. C’è comunque stata molta solidarietà all’interno del mondo delle serie tv e dei fan che si sono rifiutati di vedere la versione illegale della serie e aspettano il debutto ufficiale. Voto IMdB: 8,3

orangeisthenewblack02-e1374587892474

Orphan Black

Siiiiii!! Esce la quinta (e ultima) stagione!!! Non si sa ancora molto sull’uscita in Italia, ma su BBC America andrà in onda a partire dal 10 giugno. Per chi non la conoscesse la storia segue Sarah, una giovane donna inglese che, una sera, vede una ragazza identica a lei buttarsi sotto ad un treno e decide, non avendo proprio un passato intonso, di rubarle l’identità. Da questa vicenda comincia una storia fatta di cloni e di organizzazioni che vogliono ucciderli. Voto IMdB: 8,4

orphanblack08-590x369

Power

Quella che negli USA uscirà il 25 giugno, su Starz, è la quarta stagione. La serie segue le vicende del proprietario di un locale di New York che è il capo dello spaccio di droga della città. queste due vite cozzano più che mai quando l’uomo decide di voler abbandonare la vita da criminale. Voto IMdB: 8,1

Power S3 2016

Preacher

Arriva la seconda stagione anche di una delle più recenti serie targate AMC. Uscirà, almeno oltreoceano, il 19 giugno, mentre ancora non si sa nulla per quanto riguarda l’Italia. Narra le vicende di un predicatore che, insieme alla sua ex-ragazza, ad un vampiro e ad una creatura scesa dal Paradiso, si mette alla ricerca proprio di Dio. Voto IMdB: 8,1

preacher-tv-show-characters-images.jpg

Queen Sugar

Anche in questo caso si tratta di una seconda stagione. La serie andrà in onda, il 20 giugno, su OWN, il canale di Oprah Winfrey. La storia racconta le vicende di 3 fratelli che lottano per avere il meglio sugli ostacoli che la vita presenta loro cercando di mantenere l’azienda del padre, da poco deceduto. Voto IMdB: 7,6

queen_sugar_publicity_still_h_2016

Rosewood

Arriva anche in Italia, il 9 giugno su Fox Crime, la seconda stagione di questa serie, appena cancellata. E’ un medical che segue le vicende di un dottore di Miami, molto famoso e bravo ma con grossi problemi di salute. Collabora con il dipartimento di polizia per risolvere casi difficili. Voto IMdB: 6,5

RSWD-ENSEMBLE-FIN-02_hires1.jpg

The Mist

Nuova serie in arrivo su Spike, canale statunitense, il 22 giugno. Quando una forte e densa nebbia scende su un piccolo paese, i residenti del luogo sono costretti a combatterla, insieme alle sue minacce, senza perdere la testa. Per il momento sono stati prodotti i 10 episodi della prima stagione. Voto IMdB: non notificato

the-mist-tv-series-trailer-spike-989853-1280x0.jpg

TURN: Washington’s Spies

Sempre su AMC, uscirà il 17 giugno la quarta stagione di questa serie, che segue le vicende di un gruppo di amici che, tra il 1776 e il 1777, forma un gruppo di spionaggio che ricoprirà un ruolo molto importante nella guerra di indipendenza americana. La quarta stagione è l’ultima della serie. In Italia non è mai stata trasmessa. Voto IMdB: 8 

turn09-590x348

Wrecked

Un aereo diretto in Tailandia cade su un’isola deserta e i sopravvissuti devono cercare di andare d’accordo. Non è però una brutta copia di “Lost”: è una comedy, che va in onda su TBS. La seconda stagione andrà in onda a partire dal 20 giugno. Voto IMdB: 6,9

img_25333_001_1082_r_0.jpg

Wynonna Earp

La prima stagione è andata in onda la scorsa estate e, nonostante le premesse non fossero molto confortanti, è riuscita ad aggiudicarsi una seconda stagione che andrà in onda su Syfy dal 9 giugno. La protagonista che dà il nome alla serie è la pronipote di uno sceriffo che combatteva i demoni. Wynonna decide di seguire le orme dell’avo e ricominciare la guerra. Voto IMdB: 7,3

download

Younger

Su TvLand, negli USA, uscirà il 28 giugno la quarta stagione. Una madre single, quando si presenta a un colloquio di lavoro, viene presa per molto più giovane e decide di non dire la verità e di vivere per la seconda volta i suoi 26 anni. Voto IMdB: 7,8

younger-tv-show-tv-land.jpg

Serie che hanno concluso la messa in onda

 

 

familiar-faces-freddie-stroma-josh-bowman.jpg

In questo post elenchiamo le serie tv che nei primi 3 mesi del 2017 hanno concluso la messa in onda dell’ultima stagione e indichiamo quali sono state rinnovate, quali sono finite e quali sono state brutalmente cancellate.

Nell’elenco inserirò titolo, rete tv su cui sono trasmesse negli USA, genere, la media degli spettatori che le guardano (in USA) e, infine, quale è il loro destino.

In questo elenco sono inserite solamente le serie per cui si è già scelto se rinnovarle o cancellarle.

TITOLO RETE GENERE MEDIA SPETTATORI        STATO
Baskets FX Dramedy 400 mila RINNOVATA
Beyond Freeform Supernatural 500 mila RINNOVATA
Bones Fox Crime 3,1 milioni FINITA
Conviction ABC Legal 2,3 milioni CANCELLATA
Crazy Ex-Girlfriend The CW Comedy 500 mila RINNOVATA
Doubt CBS Legal 4,6 milioni CANCELLATA
Good Behavior TNT Drama 800 mila RINNOVATA
How to Get Away with Murder ABC Drama 4,9 milioni RINNOVATA
Incorporated Syfy Drama 400 mila CANCELLATA
It’s Always Sunny in Philadelphia FXX Comedy 500 mila RINNOVATA
Legion FX Fantasy 900 mila RINNOVATA
Lethal Weapon Fox Drama 6,1 milioni RINNOVATA
Madiba BET Drama 300 mila FINITA
No Tomorrow The CW Dramedy 500 mila CANCELLATA
Salem WGN Supernatural 200 mila CANCELLATA
Shooter USA A. Drama 1,4 milioni RINNOVATA
Six History C. Drama 1,5 milioni RINNOVATA
Suits USA A. Legal 1,2 milioni RINNOVATA
Teachers TvLand Comedy 400 mila RINNOVATA
The Affair Showtime Drama 600 mila RINNOVATA
The Good Place NBC Comedy 3,6 milioni RINNOVATA
The Librarians TNT Action 1,8 milioni RINNOVATA
The Royals E! Drama 400 mila RINNOVATA
The Vampire Diaries The CW Supernatural 900 mila FINITA
This Is Us NBC Drama 10,1 milioni RINNOVATA
Time After Time ABC Drama 2,1 milioni CANCELLATA
When We Rise ABC Drama 2,2 milioni FINITA
Workaholics Comedy C. Comedy 300 mila FINITA

Serie tv francesi

Si parla sempre molto di serie tv americane (o almeno ne parlo molto in questo blog). Quindi ora voglio illustrare alcune serie televisive di un altro paese che negli ultimi anni ha decisamente innalzato il livello delle sue produzioni sia nel cinema che nella televisione.

Ecco alcune serie televisive in onda in questi anni sugli schermi di uno dei nostri vicini. Si può trovare di tutto: comedy, drama, thriller, political, crimini e persino il mondo della moda!

Engrenages – 2005/oggi

engrenages-2005 (1).jpg

Questa parola significa letteralmente “ingranaggi”. Si tratta di una serie televisiva di genere poliziesco e legal che si svolge a Parigi. Segue le vicende dei poliziotti, avvocati e giudici del Palais de Justice.                                                                                                                                                 Dal 2005 è in onda sul canale Canal+. Per il momento sono state trasmesse 5 stagioni per un totale di 52 episodi, ma la serie è stata rinnovata per una sesta stagione.                                       La serie ha avuto molto successo anche nei paesi in cui è stata esportata, tra cui l’Italia. Qui si può trovare, con il titolo “Spiral”, su Rai 4.

Fais pas ci, fais pas ca – 2007/oggi

697811-fais-pas-ci-fais-pas-ca-saison-7

Questa serie comedy è in onda su France 2 e segue le vicende di due famiglie che vivono una accanto all’altra. Una delle due famiglie è molto conservatrice, mentre l’altra è esattamente il contrario. Nonostante questo, sono solidali e risolvono spesso problemi comuni.                         La serie è costruita come se fosse un falso documentario (mockumentary) ed è stata adattata dai fumetti di Philippe Bercovici e Dal.                                                                                                     Per il momento sono state trasmesse 8 stagioni per un totale di 62 episodi e non sembra che la serie stia arrivando ad una conclusione.                                                                                                     In Italia, il format è stato utilizzato per la serie “Come fai sbagli”, la cui prima stagione è andata  in onda circa un anno fa su Rai 1 (e si può ancora trovare su raplay). I protagonisti sono Enrico Iannello, Daniele Pecci, Francesca Ianudi e Caterina Guzzanti.

Un village français – 2009/oggi

6a00d83451b0bd69e201bb090f8bad970d

Questa è una serie televisiva drammatica. Narra le vicende di un villaggio (inventato) che si trova nella Francia occupata dalla Germania durante le seconda guerra mondiale. Le stagioni trasmesse sono 7 e sembra che con l’ultima la serie sia arrivata ad una conclusione (ma non è ancora ufficiale).                                                                                                                                            Le prime due stagioni si svolgono durante il 1940, mentre le altre seguono ognuna un anno di guerra.                                                                                                                                                            Tra i creatori della serie, oltre lo sceneggiatore Frédéric Krivine e al regista Philippe Triboit, c’è anche il consulente storico Jean-Pierre Azéma.                                                                                 La serie è ancora inedita in Italia.

Les Revenants – 2012/oggi

The Returned Season 2

Questa è una serie televisiva di genere soprannaturale ed è basata sul film omonimo del 2004. La prima stagione ha vinto un Emmy come migliore serie drammatica.                                 Nonostante la prima stagione sia stata trasmessa nel 2012 (su Canal+), in totale esistono per ora solo 2 stagioni di questa serie.                                                                                                                       In una piccola città di montagna, improvvisamente ricompaiono varie persone morte da tempo. Dal momento in cui risorgono, però, anche altri strani fenomeni cominciano ad avvenire nel villaggio.                                                                                                                                   In Italia si può trovare la serie su LaEffe.

Les témoins – 2014/oggi

Les-Temoins

Questa serie noir di genere poliziesco segue le vicende di una cittadina del nord della Francia in cui vengono dissotterrati dei cadaveri di persone assassinate affinché vengano scoperti dalla polizia. I corpi vengono disposti in due case in modo da formare due famiglie composte ognuna da marito, moglie e figlio. Presto si scopre che l’ex capo della polizia locale è implicato negli omicidi. Due detective (come spesso accade, un uomo e una donna) si mettono ad indagare sugli omicidi.                                                                                                                                 La seconda stagione deve ancora essere trasmessa, ma a quanto pare tratterà di un caso di 15 uomini che vengono trovati morti congelati seduti dentro un bus.                                                    In Italia si può trovare la serie su La Une e su Fox Crime.

Dix pour cent – 2015/oggi

Dix-pour-cent-France-2-100-jubilatoire_news_full.png

Questa serie trasmessa su France2 è disponibile sul Netflix americano e britannico. E’ di genere dramedy (con un formato di 40 minuti e con contenuti che richiamano sia elementi comedy che drammatici).                                                                                                                             La serie narra le vicende dei membri di una agenzia di talent dopo che muore il fondatore. In ogni episodio, un personaggio famoso del cinema recita la parte di se stesso in modo auto-ironico.                                                                                                                                                           Per il momento sono state girate 2 stagioni per un totale di 12 episodi.                                           La serie sembra essere ancora inedita in Italia.

Le Bureau de Légendes – 2015/oggi

mathieu-kassovitz-le-bureau-des-legendes-est-proche-de-la-realite,M216786.jpg

Questa serie cade sotto il genere di thriller politico. Narra le vicende degli agenti della Direzione Generale della Sicurezza Esterna, chiamata ufficiosamente “ufficio delle leggende”. L’ufficio in questione si occupa di addestrare gli agenti sotto copertura per lunghi periodi in zone in cui la Francia ha degli interessi, in particolare in Nord Africa e nell’Asia dell’Est.             Anche per questa serie, per il momento, sono state girate 2 stagioni, per un totale di 20 episodi. Questa serie si può trovare in Italia su Sky Atlantic con titolo “The Bureau – Sotto copertura”.

Les hommes de l’ombre – 2015/oggi

les-hommes-de-l-ombre

Anche questa serie è di genere political. Per il momento sono state girate 3 stagioni.                   Il Presidente francese viene ucciso durante una visita ad una fabbrica in sciopero. Vengono annunciate le elezioni per 35 giorni dopo l’accaduto e tutti si aspettano che diventi presidente il Primo Ministro che, però, in realtà, conosce molto più dei fatti di quanto non faccia sembrare. Le sue bugie si rivelano utili per un consigliere della comunicazione del vecchio presidente. È proprio lui l’uomo dell’ombra del titolo che, per onorare l’amico morto, decide di cercare un candidato opposto al crudele Primo Ministro.                                                              Sembra che la serie sia ancora inedita in Italia.

Spotless – 2015/oggi

download (1)

Questa serie è una co-produzione tra Francia e Inghilterra, perciò ricade anche in questa lista.   Il genere è quello della black-comedy. Per il momento è stata trasmessa solo una stagione, ma la serie è stata rinnovata.                                                                                                                               Il protagonista è un uomo francese che vive a Londra da 15 anni con la famiglia e ha un’impresa di pulizia di scene del crimine. L’equilibro che l’uomo si è creato viene messo alla prova quanto suo fratello, che non vede da anni, ricompare nella sua vita e porta con sé segreti e ferite del passato. Inoltre, il fratello si presenta con il corpo di una donna nascosto nella macchina e questo, naturalmente, non fa che aumentare i problemi.                                              La serie è inedita in Italia.

Versailles – 2015/oggi

versailles-tv.jpg

Questa serie è ambientata nel periodo in cui la reggia di Versailles era in costruzione, durante il regno di Luigi XIV. La serie è stata rinnovata per una seconda stagione ancor prima che fosse messa in onda il primo episodio. La seconda stagione ha luogo 4 anni dopo gli eventi della prima. Canal+ ha rinnovato “Versailles” per una terza stagione.                                                           La serie inizia quando il re, accortosi che i nobili della sua corte stanno cominciando a ribellarsi a lui, decide di spostarsi, con la corte stessa, da Parigi a Versailles. I nobili, costretti a trasferirsi, vivono la reggia come una prigione dorata.                                                                     Non sembra che la serie sia ancora approdata sui nostri schermi.

Marseille – 2016/oggi

201605051042-full

Questa serie ha con protagonista il famosissimo Gérard Depardieu. La serie è la prima produzione francese di Netflix, dopo che la piattaforma è approdata in Francia.                           Depardieu recita la parte del sindaco di Marsiglia che, dopo 20 anni, entra in una guerra per la successione con il vecchio pupillo divenuto poi nemico.                                                                       In Francia la serie ha avuto critiche molto negative, ma nel resto del mondo è piaciuta, tanto che Netflix sta producendo una seconda stagione.                                                                        Naturalmente, in Italia si trova su Netflix.

The Collection – 2016/oggi

THE-COLLECTION

Questa serie, un’altra co-produzione tra Francia ed Inghilterra, ha la particolarità di essere una web-series, cioè una serie pensata per essere trasmessa direttamente sul Web (infatti, tra i produttori c’è anche Amazon).                                                                                                                   La serie narra le vicende di una casa di moda alla fine dell’occupazione tedesca in Francia dopo la Seconda Guerra Mondiale.                                                                                                              Per il momento sono disponibili gli 8 episodi della prima stagione, ma non sembra che la serie abbia ancora chiuso i battenti.                                                                                                                 Non sembra che questa serie sia arrivata sui nostri schermi. Si può trovare disponibile su Amazon Prime Video.

 

Serie tv in uscita a marzo 2017

Ecco il calendario delle serie tv che usciranno nel mese di marzo 2017, in Italia e in altri Paesi del mondo.

Attenzione: in quest’articolo sono segnalate solo le novità, quindi le serie di cui dobbiamo ancora vedere la prima stagione.

1 MARZO

Chicago Justice – NBC

NBC-Chicago-Justice-Responsive-SHOWIMAGE-1920x1080-JW.jpg

La aspettavamo da tanto e, finalmente, approda su NBC l’ultima serie del franchise di Chicago. Dopo i vigili del fuoco, i detective dell’Intelligence e i medici, gli ultimi arrivati sono avvocati che fanno parte della squadra del Procuratore distrettuale di Chicago. Molti degli attori sono già comparsi in alcune puntate di “Chicago Fire”, “Chicago P.D.” e “Chicago Med“, ma finalmente avranno uno spazio tutto loro in cui potremo vederli all’opera.                                                                                                                                                         Per il momento non si sa quando e dove questa serie verrà trasmessa in Italia.                  Ecco il trailer.

5 MARZO

Feud – FX

feud

Tra pochi giorni ci sarà una nuova serie antologica, “Feud”, sviluppata dall’irreprensibile Ryan Murphy, il re delle serie antologiche (“American Horror Story”, “Scream Queens”). La prima stagione di questa serie ha un sottotitolo: “Bette and Joan”. È costituita da 8 episodi. Ancora prima di essere trasmessa, FX ha rinnovato la serie per una seconda stagione di 10 episodi, sottotitolata “Charles and Diana”, programmata per la stagione 2017/2018.       Anche per questa serie, non si sa nulla per quando riguarda la trasmissione in Italia.       Ecco il trailer.

Making History – Fox

making.jpg

Questa serie comedy narra le vicende di 3 persone che vengono da da 2 secoli differenti. Oltre alle avventure nate dal viaggio nel tempo, i protagonisti dovranno affrontare i problemi di tutti i giorni. Tra i personaggi principali c’è Leighton Meester, che alcuni di voi possono ricordare come Blair di “Gossip Girl”.

Per quanto riguarda la trasmissione della serie in Italia, non ci sono ancora date certe, ma la rete Fox ha una forte presenza su Sky, quindi probabilmente non dovremo aspettare molto per vederla sui nostri schermi.                                                                                                 Ecco il trailer.

The Arrangement – E!

0ed3802d-b1e2-4225-96e9-913bb53917b3

Questa serie, come molte di quelle prodotte da E!, sarà probabilmente ricca di “glamour” – elemento non necessariamente positivo. La serie narra le vicende di giovani attori che si trovano a dover vivere con un tipo di accordo che cambierà le loro vite per sempre.

Non si sa ancora nulla dell’arrivo di questa serie in Italia.                                                          Ecco il trailer.

Time After Time – ABC

time-after-time-abc-tv-series-key-art-logo-740x416

Parlando di serie che riguardano il viaggio nel tempo, anche ABC ne ha prodotta una del genere, più syfy rispetto a quella di Fox. La serie è ispirata al libro e al film omonimi.         In questo caso, l’inventore della macchina del tempo si ritrova invischiato nei delitti di Jack Lo Squartatore.

Ancora una volta, non è ancora stabilito nulla per quanto riguarda gli schermi italiani.  Ecco il trailer.

10 MARZO

The Detour – Joi (Italia)

detour03-e1460416346445

The Detour” è una serie americana che parla di una famiglia composta dai genitori e due figli che viaggia verso la Florida. Si tratta di una sitcom, quindi di una serie con un format intorno ai 22 minuti e con un background comico.                                                                               La prima stagione ha avuto un discreto successo, tanto da essere rinnovata. Negli Stati Uniti, dal 21 febbraio, è infatti in onda la seconda stagione.                                                       Ecco il trailer.

14 MARZO

Trian & Error – NBC

trial-and-error-tv-series-season-one-nbc-cancelled-renewed-1.jpg

Tornando agli USA, su NBC comincerà a breve una nuova sitcom che narra in modalità documentario le vicende di un avvocato. Il trailer fa sembrare la serie piuttosto divertente. Il protagonista è Nick D’Agosto, già visto in “Masters of Sex”. Tra gli altri personaggi ci sono il grande John Lithgow (Winston Churchill di “The Crown”) e Jayma Mays (“Glee”).

Anche per questa serie, come da copione, non si sa ancora nulla sulla data di uscita in Italia.                                                                                                                                                              Ecco il trailer.

16 MARZO

Snatch – Crackle

snatch-crackle-screengrab-image-5.png

Questa serie è nata dalla co-produzione tra Inghilterra e Stati Uniti d’America. È basata sul film omonimo diretto da Guy Richie nel 2000. Tra i protagonisti ci sono Luke Pasqualino (“Skins”, “The Musketeers”) e Rupert Grint (il mitico Ron di “Harry Potter”).

Questa serie promette molto, dato che narra di criminali e che, avendo una parte di produzione inglese, potrebbe contenere un forte black humor tipico delle commedie britanniche.                                                                                                                                                  Ecco il trailer.

17 MARZO

Marvel’s Iron Fist – Netflix (anche in Italia)

iron.jpg

Dopo “Daredevil”, “Jessica Jones” e “Luke Cage”, arriva finalmente su Netflix l’ultimo dei membri di “The Defenders” (serie crossover che dovrebbe andare in onda, sempre su Netflix, più avanti nel 2017 e che dovrebbe vedere tutti i protagonisti di queste serie insieme). Questa volta, il personaggio principale è Danny Rand, interpretato da Finn Jones (“Il trono di spade”), esperto di arti marziali.

Essendo su Netflix, la serie verrà distribuita in contemporanea negli Stati Uniti e in Italia. Ecco il trailer.

One Mississippi – Amazon Prime Video (Italia)

one-miss.png

Questa comedy semi-autobiografica è stata creata dalla comica Tig Notaro. La serie segue le vicende della protagonista che da Los Angeles torna nel Mississippi quando scopre che stanno per spegnere le macchine che tengono in vita sua madre. Negli Stati Uniti la prima stagione (di cui produttori esecutivi sono Diablo Cody e Louis C.K.) ha fatto successo ed è stata rinnovata.                                                                                                                                               Ecco il trailer.

22 MARZO

Shots Fired – Fox

shotsfired_avatar_0

Questa serie sarà divisa in 10 episodi e sarà drammatica. Narra gli accadimenti a seguito di una sparatoria a fondo razziale in una finta città del Nord Carolina – un tema decisamente molto attuale.

Ancora una volta, nessuna novità per quanto riguarda la trasmissione della serie in Italia. Ecco il trailer.

24 MARZO

Crisis in six scenes – Amazon Prime Video (Italia)

crisis.jpg

Finalmente arriva anche in Italia la serie Amazon diretta e interpretata da Woody Allen. La serie è costituita da 6 episodi ed è auto-conclusiva. Per chi ama i film di Woody Allen è piuttosto divertente, basata ovviamente sui dialoghi. Tra i protagonisti c’è anche Miley Cyrus (che però è poco adatta a questa parte). Ecco il trailer.

Ingobernable – Netflix (anche in Italia)

ingoberabe

Una delle prossime serie che uscirà su Netflix, quindi in contemporanea anche in Italia, è questo drama politico messicano con protagonista Kate De Castillo che interpreta la moglie del presidente messicano.                                                                                                         Ecco il trailer.

29 MARZO

Harlots – Hulu

harlots.jpg

La nuova serie di Hulu narra le vicende di una proprietaria di un bordello, Margaret Wells, che fatica per crescere le sue figlie nella Londra del diciottesimo secolo.

Il trailer è molto accattivante, vedremo se la serie dimostrerà di esserlo altrettanto.         Ecco il trailer.

Imaginary Mary – NBC

imagin.jpg

Questa sitcom è un misto di stili: è infatti in parte live-action, in parte animazione. Narra le vicende di una donna interpretata da Jenna Elfman (“Dharma & Greg”, “Incinta per caso”) che si vede ricomparire Mary, l’amica immaginaria che aveva da bambina.

Il 29 marzo vedremo solo una piccola parte della serie che, poi, andrà regolarmente in onda dal 4 aprile.                                                                                                                                                      Ecco il trailer.

31 MARZO

Good Girls Revolt – Amazon Prime Video (Italia)

good-girls-revolt-tv-show-on-amazon-season-1-canceled-or-renewed

Questa serie segue le vicende di alcune donne che lavorano per “News of the Week” nel 1969. In questo periodo rivoluzionario, le donne si batteranno per essere considerate come i loro colleghi uomini.

Purtroppo la serie è stata cancellata dopo una sola stagione.                                                             Ecco il trailer.

Tredici – Netflix (anche in Italia)

maxresdefault (1).jpg

Questa serie è basata sul romanzo “Thirteen Reasons Why” di Jay Asher (2008). Narra le vicende di uno studente che trova delle registrazioni fatte da una sua compagna di classe che ha commesso suicidio poco tempo prima.

 

Better Things – 1×07 – “Duke’s Chorus”

betterthings_1200x630_socialog.jpg

Better Things” è una serie televisiva in onda su FX, costituita da 10 episodi, ognuno dei quali dura circa 22 minuti, il tipico format di una serie comedy o di una sitcom.

Ma “Better Things” non ha nulla a che vedere con quel tipo di serie. È difficile inserirla in un genere preciso. Eppure è geniale.

Come tutte gli episodi, anche “Duke’s Chorus” è particolarmente interessante, in parte commovente e sicuramente esilarante.

Come sempre, la narrazione vede Sam (Pamela Adlon, anche creatrice della serie) alle prese con le sue figlie. In effetti, è proprio questo il tema attorno a cui gira tutta la serie: una madre single che deve in qualche modo crescere la proprie figlie e riuscire nel lavoro anche quando tutto le rema contro (come esplicita la bellissima canzone della sigla, “Mother” di John Lennon).

f4901203486d5dbf76ccc6712546b747e0d6eb7d.jpg

Ancora un volta, Sam e le sue figlie si dimostrano essere anti-convenzionali, diverse dalla maggior parte delle famiglie e soprattutto con dinamiche familiari opposte a quelle che siamo abituati a vedere nella serialità contemporanea. Sembra di essere davanti a persone vere, in carne ed ossa e non si ha la sensazione di trovarsi a guardare qualcosa di girato con un copione preciso e poco realistico. No, Sam è genuina, spontanea, non ha la verità in mano e non sa bene quello che sta facendo, soprattutto come madre.

Ma per le sue figlie è disposta a fare tutto, persino ad andare ad una messa al tempio mormone. Ed è proprio dopo la messa che ha luogo il dialogo più interessante dell’intera puntata. Sam parla con Trinity (Sarah Baker), la madre di una compagna di classe di sua figlia. Iniziano a discutere e a difendere i propri principi, rispettivamente di ateismo e di mormonismo e, di conseguenza, ci sono due culture che si scontrano, ognuna colma di pregiudizi e fraintendimenti l’una verso l’altra. Ma la discussione dura solo qualche istante e presto si trasforma in una confidenza tra due donne e due madri che si confrontano sulla vita e scoprono di avere gli stessi problemi: entrambe temono di fallire con i loro figli, entrambe vogliono essere amate e nessuna delle due sa quello che sta facendo. È un modo per sottolineare che siamo tutti uguali, che, al di là delle differenze che possono dividerci, siamo fatti tutti allo stesso modo.

46wYpFTCYtJYOAZBPPghKrTXCgF.jpg

Si può considerare la puntata come un altro filo della tela che si sta creando negli Stati Uniti, in questo periodo, soprattutto nel mondo dello spettacolo, di persone che lottano nel modo che conoscono meglio contro un governo che tenta di fomentare odio e costruire muri (sia fisici che metaforici).

Il messaggio che la Adlon comunica in questo episodio è profondo, sottile, ma funziona proprio perché si trova in questo contesto: una serie diversa dalle altre (che in questo senso ricorda forse “Master of None”, spontanea, realistica fino all’ultima battuta), in cui non ci sono fronzoli e ornamenti per abbellirla, ma il pubblico viene spinto verso la verità che, però, non è mostrata come più brutta della finzione, anzi, in un certo modo, è migliore, perché nonostante tutte le sue imperfezioni, Sam e le sue figlie si vogliono bene.

Il significato finale dell’episodio è difficile, fragile, ma prende forza proprio perché è circondato dalle battute taglienti di Sam e della sua figlia maggiore, Max (Mikey Madison), come, per esempio, il dialogo che hanno al telefono, o dai bambini mormoni, mostrati quasi come fossero piccoli demoni, almeno agli occhi di Sam e delle sue figlie, o ancora dal fatto che lei, alla fine, si nasconde nello sgabuzzino per telefonare, con un bicchiere di whisky in mano e il loro cane a tre zampe (sì, anche il cane è dolce e perfetto nella sua imperfezione) di fianco a lei.

Non c’è da stupirsi che “Better Things” sia stata rinnovata per una seconda stagione da FX, perché ogni episodio fa venire voglia di vedere quello successivo, e non tanto perché la trama è accattivante, ma perché possiamo ritrovare  noi stessi nei personaggi e possiamo tirare un sospiro di sollievo nell’osservare che non siamo gli unici a sentirci strani, diversi e senza la certezza di quello che stiamo facendo, senza per questo doverci buttare giù, invece di accettarci ed amarci per come siamo con la coscienza che Sam è dalla nostra parte.

Powerless – La nuova action comedy dell’universo DC

Powerless” è la nuova sitcom di NBC che ha debuttato lo scorso 2 febbraio, ottenendo più di 3 milioni di ascolti.

1486067400_powerless.jpg

La novità assoluta che porta questa serie è il fatto che si trova all’interno del mondo DC, ma non segue la vita dei supereroi. Anzi, narra le vicende di Emily Locke (Vanessa Hudgens), ragazza ordinaria che diventa direttrice del Dipartimento di Sviluppo e Ricerca della Wayne Enterprises, presso Charm City. La divisione dell’azienda crea prodotti che possano aiutare i normali uomini che si trovano sempre più spesso ad essere vittime collaterali dei combattimenti tra supereroi e nemici dell’umanità.

Nella prima puntata, veniamo introdotti da Emily mentre si sta dirigendo al suo primo giorno di lavoro. E proprio qui, Emily ha un assaggio di cosa significhi vivere a Charm City: il treno su cui si trova rischia infatti di deragliare per colpa di un combattimento che sta avendo luogo tra due esseri dotati di superpoteri. Già da questa prima scena la serie promette di essere divertente e insolita: non solo, infatti, Emily e i suoi sfortunati compagni di viaggio non si spaventano, ma vivono rispettivamente emozione ed indifferenza rispetto all’episodio.

NUP_172896_1622.jpg

Il personaggio di Emily dà un bel ritmo alla serie (a partire dalle espressioni facciali): è la tipica ragazza di campagna con grandi sogni e voglia di aiutare l’umanità che fatica a rendersi conto che intorno a lei nessuno ha il suo stesso entusiasmo. L’ambiente in cui mette piede è ironico, sarcastico, con persone che non hanno fiducia in quello che fanno e un capo (Alan Tudyk) che è il cugino di Bruce Wayne ma che non condivide molti cromosomi con lui. Le scene in cui Emily interagisce con il capo sono forse quelle meno riuscite, basate su una comicità non-sense già vista e che di comico ha ben poco.

Ma per il resto, questa prima puntata promette bene: Emily supera il primo ostacolo e riesce ad essere accettata dai suoi dipendenti che prima di lei hanno visto andare e venire 5 direttori.

Gli elementi che rendono la puntata fresca e simpatica sono i dettagli, come la sigla che nup_176515_0932.jpgintervalla una musica da supereroi a una da “essere umani normali” o al fatto che la Wayne Enterprises sia in competizione con la Lex Corp (Lex Luthor è un famoso personaggio di “Superman”), o ancora che i membri del team di Emily (lei compresa) vorrebbero tanto lavorare per Batman (cosa che ovviamente fanno già, lavorando per Bruce Wayne). In questo modo, l’episodio ammicca alla conoscenza pregressa del pubblico che supera quella dei personaggi e lo riporta in uno dei due mondi di supereroi più amati e più visti di tutti i tempi.

Vedremo come proseguirà la serie giovedì sera, perché potrebbe prendere la strada giusta per diventare una delle tante sitcom di successo del panorama televisivo, oppure cadere nel baratro delle serie dimenticate (come “A to Z”, la prima serie ideata dal creatore di “Powerless”, Ben Queen).