News of the Week – Il tuo feed sulle notizie seriali della settimana

Ogni settimana scopriamo tantissime notizie sul mondo della serialità, troppe da leggere ed approfondire! Qui puoi farti un’idea di quello che è successo negli ultimi 7 giorni e capire cosa per te è rilevante!

  1. STRANGER THINGS RINNOVATA

Stranger_Things_season3

Alla fine della settimana scorsa hanno reso ufficiale il rinnovo di Stranger Things per una terza stagione. Anche su tutti sapevamo che sarebbe successo, è stato bello averne la conferma! I fratelli Duffer, creatori e produttori esecutivi della serie, hanno annunciato che vorrebbero concludere la serie con una quarta e una quinta stagione. Speriamo le ottengano, per come stanno andando le cose sembra quasi certo, ma si sa, in questo mondo le decisioni seguono i soldi!

  1. LE 10 COPPIE PIU’ BELLE DEL 2017

Si sa, con la fine dell’anno arrivano tutte le classifiche possibili e immaginabili su qualsiasi argomento. Anche MsMojo, canale YouTube dedicato, insieme a WatchMojo, alle top ten del momento, ha elencato le coppie più memorabili del 2017. Eccolo in breve, ma qui trovate il video intero.

10 – Oliver e Felicity (Arrow)

9 – Emily e Alison (Pretty Little Liars)

8 – Alec e Magnus (Shadowhunters)

7 – Clarke e Bellamy (The 100)

6 – Emma e Killian (Once Upon a Time)

5 – Claire e Jamie (Outlander)

4 – Elena e Damon (The Vampire Diaries)

3 – Stiles e Lydia (Teen Wolf)

2 – Jack e Rebecca (This Is Us)

1 – Betty e Jughead (Riverdale)

  1. Kaley Cuoco ha detto sì!

KaleyCuoco_KarlCook

Anche se è il terzo fidanzamento per l’attrice che interpreta Penny in The Big Bang Theory, questo non la ha fermata dall’avere una reazione che dimostra il suo amore per Karl Cook, che diventerà presto suo marito.

  1. FEAR THE WALKING DEAD DIVENTA UNO SPIN-OFF

Quando Kirkman ha presentato Fear the Walking Dead, ha dichiarato da subito che non Morgan_Jones.pngsarebbe stato uno spin-off di The Walking Dead, ma una serie completamente a sé stante. Con le prime tre stagioni, però, evidentemente i produttori hanno capito che così le cose non stavano funzionando. Per la quarta stagione c’è stato un cambio d showrunner: non più Dave Erickson, ma Andrew Chambliss e Ian Goldberg. Questo ha portato ad un cambio di rotta, a quanto pare. La nuova stagione vedrà un salto temporale di parecchi anni. I protagonisti si troveranno in Texas e, cosa più interessante, tra di loro ci sarà anche Morgan direttamente dalla serie originale. Vedremo se tutto questo sarà confermato e se arriveremo finalmente al cross-over che tutti desiderano dall’inizio.

  1. LADY GAGA NELL’OTTAVA STAGIONE DI GAME OF THRONES

Per il momento è solo una speranza, ma Gemma Whelan, che nella serie interpreta Yara Greyjoy, ha dichiarato durante un’intervista che vorrebbe vedere Lady Gaga della serie e vorrebbe condividere delle scene con lei. Whelan ha detto che Gaga è tosta e che sa andare a cavallo, quindi sarebbe perfetta per una parte. Sappiamo però come i fan della serie hanno reagito al cameo di Ed Sheeran, quindi non so quanto i produttori rischieranno ancora di portare qualcuno da fuori!

  1. ROBIN WRIGHT PROTAGONISTA

RobinWrightDopo il licenziamento di Kevin Spacey da netflix e dalla produzione di House of Cards, nessuno sapeva se sarebbero riusciti a concludere la serie. Ricordiamoci che è la prima serie prodotta da Netflix, quindi ha un certo valore e farla finire in modo così brutale e in seguito a eventi così negativi non le avrebbe fatto onore. Ma i produttori hanno trovato il modo giusto e logico di portarla avanti: Claire Underwood, interpretata dalla bravissima Robin Wright, sarà la protagonista della sesta e ultima stagione della serie. Le riprese sono cominciate l’8 dicembre, quindi presto scopriremo cosa riusciranno a combinare. Io sono fiduciosa.

  1. 7. BLAKE LIVELY HA UN NUOVO LOOK

Blake Lively, che molti di noi ricordano come la biondissima Serena Van der Woodsen di Gossip Girl, ha cambiato completamente look. Il motivo ovviamente è un nuovo film: l’attrice recita infatti nel thriller The Rhythm Section. Nella foto che ha condiviso su Instagram, si può notare non solo un colore decisamente opposto al suo solito biondo, ma anche un taglio cortissimo.

BlakeLivelyChange.jpg

  1. ALTERED CARBON TRAILER

Si sa che quando Netflix lancia una nuova serie si crea molto buzz intorno ad essa, soprattutto perché spesso è circondata dal mistero fin quando non viene distribuita. Una delle novità di questo periodo è Altered Carbon, di genere syfy che sarà su Netflix dal 2 febbraio 2018. Si basa sul concetto che gli umani possano trasferire la loro coscienza in altri corpi umani, sconfiggendo così la morte. Questa settimana è uscito il primo trailer ufficiale. Eccolo qui:

  1. GROSSI GUAI PER DANNY MASTERSON

DannyMasterson.jpgQuando Netflix ha licenziato Kevin Spacey, in molti si sono chiesti perché non hanno fatto altrettanto con Danny Masterson, che recita Rooster nella serie The Ranch. All’epoca, Masterson era stato accusato di molestie sessuali da una donna. Ora però quel numero è salito a 4, motivo per cui Netflix non ha più potuto guardare nell’altra direzione – non in questo periodo in particolare – e lo ha dovuto allontanare. L’attore continua a negare di essere colpevole di qualsiasi accusa e vuole che la faccenda si chiuda una volta per tutte. Di sicuro sarà difficile guardare The Ranch e Thats’70 Show con gli stessi occhi e ridere alle sue battute, sapendo quello che ha (o che potrebbe avere) fatto.

  1. LE 10 MIGLIORI SERIE DEL 2017

Rimanendo in tema elenchi e liste di fine anno, Entertainment Weekly ha dichiarato quali sono state le 10 serie più belle del 2017 e le 5 più brutte. Ecco l’elenco:

  1. GLOW
  2. Twin Peaks
  3. Big Little Lies
  4. The Good Place
  5. Rick and Morty
  6. Insecure
  7. The Handmaid’s Tale
  8. DuckTales
  9. American Crime
  10. Mr. Robot

Le peggiori:

  1. APB
  2. Taboo
  3. Snatch
  4. Megyn Kelly Today
  5. Marvel’s Inhumans
  1. SABRINA DA STREGA TORNA, MA IN STILE DARK

A proposito di Netflix, di recente è stato dichiarato che riporterà sullo schermo la serie Sabrina vita da strega. Essa ha già ricevuto un ordine di 2 stagioni, per un totale di 20 episodi. Originariamente la serie doveva andare in onda su The CW come spin-off di Riverdale. Questo cambiamento di rete significa che il target della serie non sarà quello degli adolescenti, ma uno molto più maturo e con uno stile molto dark.

  1. DETTAGLI SU UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI

Ecco un’altra serie di successo prodotta e distribuita da Netflix. Neil Patrick Harris è sempre stato bravissimo nei travestimenti e questa serie lo ha dimostrato! Sono appena state rilasciate le prime immagini della seconda stagione di A Series of Unfortunate Events e ancora una volta non rimarremo a corto di personaggi inventati dal cattivissimo Count Olaf!

A_series_of_unfortunate_events.jpg

 

Le nomination dei Critics’ Choice Awards 2018 sono qui!

critics-choice-awards-logo1

L’11 gennaio 2018 avranno luogo i Critics’ Choice Awards. Questa cerimonia viene presentata annualmente dalla Broadcast Television Journalists Association (BTJA) negli Stati Uniti d’America. La prima edizione ha avuto luogo nel 2011. Vengono premiati sia fil che serie tv. Noi ci concentreremo sulle seconde. Vediamo chi si è aggiudicato la nomination quest’anno!

Migliore serie drammatica thiisau

  • American Gods (Starz)
  • Game of Thrones (HBO)
  • Stranger Things (Netflix)
  • The Crown (Netflix)
  • The Handmaid’s Tale (Hulu)
  • This Is Us (NBC)

Migliore attrice in una serie drammaticaElisabeth_Moss

  • Caitriona Balfe (Outlander – Starz)
  • Christine Baranski (The Good Fight – CBS All Access)
  • Claire Foy (The Crown – Netflix)
  • Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale – Hulu)
  • Robin Wright (House of Cards – Netflix)
  • Tatiana Maslany (Orphan Black – BBC America)

Migliore attore in una serie drammaticaSterling_K_Brown

  • Bob Odenkirk (Better Call Saul – AMC)
  • Freddie Highmore (Bates Motel – A&E)
  • Ian McShane (American Gods – Starz)
  • Liev Schreiber (Ray Donovan – Showtime)
  • Paul Giamatti (Billions – Showtime)
  • Sterling K. Brown (This Is Us – NBC)

Migliore attrice non protagonista in una serie drammaticaMargo_Martindale

  • Ann Dowd (The Handmaid’s Tale – Hulu)
  • Chrissy Metz (This Is Us – NBC)
  • Cush Jumbo (The Good Fight – CBS All Access)
  • Emilia Clarke (Game of Thrones – HBO)
  • Gillian Anderson (American Gods – Starz)
  • Margo Martindale (Sneaky Pete – Amazon Prime Video)

Migliore attore non protagonista in una serie drammaticaPeter_Dinklage

  • Asia Kate Dillon (Billions – Showtime)
  • Bobby Cannabale (Mr. Robot – USA)
  • David Harbour (Stranger Things – Netflix)
  • Delroy Lindo (The Good Fight – CBS All Access)
  • Michael McKean (Better Call Saul – AMC)
  • Peter Dinklage (Game of Thrones – HBO)

Migliore serie comedy                        The Big Bang Theory.jpg

  • Black-ish (ABC)
  • GLOW (Netflix)
  • Modern Family (ABC)
  • Patriot (Amazon Prime Video)
  • The Big Bang Theory (CBS)
  • The Marvelous Mrs. Masel (Amazon Prime Video)

Migliore attrice in una serie comedyAlison_Brie

  • Alison Brie (GLOW – Netflix)
  • Constance Wu (Fresh Off the Boat (ABC)
  • Ellie Kemper (Unbreakable Kimmy Schmidt – Netflix)
  • Kristen Bell (The Good Place – NBC)
  • Rachel Brosnahan  (The Marvelous Mrs. Maisel – Amazon Prime Video)
  • Sutton Foster (Younger – TV Land)

Migliore attore in una serie comedyAziz_Ansari

  • Anthony Anderson (Black-ish – ABC)
  • Aziz Ansari (Master of None – Netflix)
  • Hank Azaria (Brockmire – IFC)
  • Randall Park (Fresh Off the Boat – ABC)
  • Ted Danson  (The Good Place – NBC)
  • Thomas Middleditch (Silicon Valley – HBO)

Migliore attrice non protagonista in una serie comedyAlex_Borstein.jpg

  • Alessandra Mastronardi (Master of None – Netflix)
  • Alex Borstein (The Marvelous Mrs. Maisel – Amazon Prime Video)
  • Betty Gilpin (GLOW – Netflix)
  • Jenifer Lewis (Black-ish – ABC)
  • Mayim Bialik (The Big Bang Theory – CBS)
  • Rita Moreno (One Day at a Time – Netflix)

Migliore attore non protagonista in una serie comedyKumail_Nanjiani.png

  • Ed O’Neill (Modern Family – ABC)
  • Kumail Nanjiani (Silicon Valley – HBO)
  • Marc Maron (GLOW – Netflix)
  • Sean Hayes (Will & Grace – NBC)
  • Tituss Burgess (Unbeakable Kimmy Schmidt – Netflix)
  • Walton Goggins (Vice Principals – HBO)

Migliore mini-serieAmerican_Vandal

  • American Vandal (Netflix)
  • Big Little Lies (HBO)
  • Fargo (FX)
  • Feud: Bette and Joan (FX)
  • Godless (Netflix)
  • The Long Road Home (National Geographic)

Migliore film per la televisioneThe_Immortal_Lif

  • I Am Elizabeth Smart (Lifetime)
  • Flint (Lifetime)
  • Sherlock: The Lying detective (PBS)
  • The Immortal Life of Henrietta Lacks (HBO)
  • The Wizard of Lies (HBO)

Migliore attrice in una mini-serie o in un film per la televisioneAlana_Boden

  • Alana Boden (I Am Elizabeth Smart – Lifetime)
  • Carrie Coon (Fargo – FX)
  • Jessica Biel (The Sinner – USA)
  • Jessica Lange (Feud: Bette and Joan – FX)
  • Nicole Kidman (Big Little Lies – HBO)
  • Reese Wihterspoon (Big Little Lies – HBO)

Migliore attore in una mini-serie o in un film per la televisioneEvan_Peters.png

  • Bill Pullman (The Sinner – USA)
  • Evan Peters (American Horror Story: Cult – FX)
  • Ewan McGregor (Gargo – FX)
  • Jack O’Connell (Godless – Netflix)
  • Jeff Daniels (Godless – Netflix)
  • Jimmy Tatro (American Vandal – Netflix)
  • Robert De Niro (The Wizard of Lies – HBO)

Migliore attrice non protagonista in una mini-serie o in un film per la televisioneRegina_King

  • Jackie Hoffman (Feud: Bette and Joan)
  • Judy Davis (Feud: Bette and Joan – FX)
  • Laura Dern (Big Little Lies – HBO)
  • Mary Elizabeth Winstead (Fargo – FX)
  • Michelle Pfeiffer (The Wizard of Lies – HBO)
  • Regina King (American Crime – ABC)

Migliore attore non protagonista in una mini-serie o in un film per la televisioneDavid_Thewlis

  • Alexander Skarsgard (Big Little Lies – HBO)
  • Alfred Molina (Feud: Bette and Joan – FX)
  • Benito Martinez (American Cimre – ABC)
  • David Thewlis (Fargo – FX)
  • Johnny Flynn (Genius – National Geographic)
  • Stanley Tucci (Feud: Bette and Joan – FX)

Migliore talk showHarry

  • Harry (syndicated)
  • Ellen (NBC)
  • Jimmy Kimmel Live! (ABC)
  • The Late Late Show with Hames Corden (CBS)
  • The Tonight Show Starring Jimmy Fallon (NBC)
  • Watch What Happens Live with Andy Cohen (Bravo)

Chi si merita di vincere?

 

I 5 momenti TOP di The Punisher

Attenzione: SPOILER su tutte le serie Marvel-Netflix

The-Punisher-1-600x416

Netflix e la Marvel ci hanno dimostrato in più occasioni che sanno quello che fanno. The Punisher è la sesta serie e settima stagione che ci propongono e, ad eccezione di Iron Fist, di molto sotto al livello a cui hanno abituato, tutte le altre hanno decisamente raggiunto il loro obiettivo.

The Punisher, in particolare, comincia un po’ sotto tono, tanto che mentre la si guarda ci si chiede che fine abbia fatto il Frank Castle di Daredevil, ma con l’avanzare delle puntate viene dimostrato che Punisher non è per nulla il vecchio Frank Castle (come ha anche dichiarato Jon Bernthal in un’intervista).

Così, lentamente, questa diviene la serie migliore tra tutte quelle del Marvel Cinematic Universe. Principalmente questo è dovuto a due fattori:

  1. The Punisher non è un eroe, il suo obiettivo è uccidere, senza se e senza ma, perciò gli sceneggiatori si sono potuti divertire e hanno potuto sfogare tutta la violenza che invece The Defenders devono trattenere per motivi etici.
  2. L’eccezionale bravura di Bernthal. Lo show sarebbe bello comunque, anche senza di lui, ma non arriverebbe a certi livelli di raffinatezza attoriale.

Ci sono alcuni momenti, comunque, che meritano di essere ricordati per aver sorpreso e esterrefatto spettatori praticamente in tutto il mondo e che hanno reso questa serie un esempio di epicità.

Ecco i 5 momenti più epici di The Punisher (SPOILER!)

  1. Billy è il cattivo

I militari hanno ben poche qualità (forse nessuna), ma una è il cameratismo. Si considerano fratelli, si fidano gli uni degli altri, si salvano la vita a vicenda, letteralmente. Frank considera Billy la sua famiglia, l’ultima persona che lo mantiene in qualche modo legato alla realtà e il motivo per cui prova ancora qualche ricordo di emozione. Perciò, quando Frank decide di non seguire il consiglio di Billy e di non scappare in un altro paese dove può cominciare una nuova vita, mai più avrei pensato che questa sua scelta lo avrebbe salvato, perché Billy Russo, in realtà, ha venduto l’anima al diavolo. E’ solo un momento, un piccolo sgranare d’occhi, ma non lo avevo anticipato minimamente. Forse per qualcuno era logico, ma devo dire che credevo Billy fosse un alleato, non un antagonista, vista anche la sua relazione con la detective Madani.

The_Punisher_Billy_Russo

  1. Il vetro anti-proiettile

Netflix ci ha abituato che nelle serie dei supereroi Marvel, ogni stagione è più o meno divisa in due: verso la metà, dopo 7-8 episodi, succede qualche colpo di scena per cui si ha un mini climax che poi porta al caos e alla risoluzione finale nei successivi 5 o 6 episodi (come, per esempio, la morte di Cottonmouth in Luke Cage). Perciò, quando Frank sta per uccidere Rawlins, dopo che lui e Micro lo hanno stanato nel suo nascondiglio dorato, è normale pensare che Rawlins morirà e che il cattivo diverrà Billy o risulterà essere qualcuno di inaspettato. Invece, non succede nulla. Rawlins guarda fuori dalla finestra, il proiettile parte, ma il vetro non si rompe, si crepa soltanto. E nel giro di 10 secondi tutto quello che era certo non lo è più: Frank non è più in vantaggio, Rawlins sa che Frank è sulle sue tracce e Frank e Micro, che credevano di poter finalmente uscire dal loro buco, devono rintanarcisi dentro più di prima e ricominciare da capo.

The_Punisher_Rawlins

  1. Il segreto muore con lui

Dinah Madani e il suo partner Sam Stein decidono di creare la trappola perfetta per chiunque stia cercando Frank. Billy cade nella trappola e, insieme ai suoi soldati, comincia uno scontro a fuoco con Homeland Security. Ovviamente Madani non sa che si sta prendendo a proiettili con l’uomo con cui ha iniziato una relazione che da prettamente sessuale si sta trasformando in molto di più. Ma Billy sa tutto. Dopo la sparatoria, Billy è l’unico rimasto in vita e scappa. Stein lo insegue e riesce a disarmarlo. Ma appena lo smaschera e scopre la sua vera identità, Billy tira fuori dalla manica un coltello e lo colpisce al collo. Poi se ne va. Madani arriva prima che Stein muoia e lo soccorre, disperata. Lo sguardo di Stein è, come dice lei quando parla dell’accaduto, sorpreso. Dinah crede sia perché non si aspettava di morire, invece è solo perché vorrebbe tanto dirle la verità. E tu, che guardi la serie, vorresti urlargli di dirlo, di provarci, ma è tutto inutile e poi sei costretto a guardare Dinah sconvolta che si fa lavare il sangue proprio da Billy che si insinua nella sua vita sempre di più. E l’odio verso di lui cresce e cresce.

ThePunisher_Stein

         4. The Punisher

E’ il momento che tutti aspettavamo. Lo scudo con il teschio. Il momento in cui Frank Castle diventa effettivamente The Punisher. E’ uno dei momenti di azione più belli della serie (anche se non è tra i più violenti). Frank combatte e fa fuori da solo un plotone di soldati della Anvil lì apposta per ucciderlo. Si prepara come meglio può, ha le sue armi e il suo fidato coltello e ha il vantaggio di conoscere bene il seminterrato in cui avviene lo scontro. Non viene detta una parola per tutta la scena, tranne alla fine quando Frank cerca Billy, convinto di trovarlo tra le sue vittime, ma scopre poi che il suo ex migliore amico è diventato codardo e si è tirato indietro. D’altronde Frank fa davvero tanta paura. Una classica scena d’azione costruita benissimo che fa salire l’adrenalina.

ThePunisher.jpg

Prima del momento numero 1, ecco alcune scene che meritano di essere menzionate:

  • L’incontro da “mezzanotte di fuoco” tra Frank e Billy
  • La serata da ubriachi di Frank e Micro
  • La fine del primo episodio, quando Frank entra in azione per la prima volta, dopo una puntata piatta
  • Lo scontro nel bosco
  • Il momento in cui Micro dice a Madani che anche lei un giorno capirà perché Frank fa quello che fa
  • Frank salva Madani dall’auto che poi esplode
  1. The Punisher Parte 2

Se non era quello il momento in cui Frank diventa The Punisher, si può considerare tale la scena dopo lo scontro finale tra lui e Billy, quando decide di non ucciderlo. Ma non lo fa perché lo ama, perché gli vuole bene, no, è proprio il contrario. Frank dice di essere un “reminder” di ciò che Billy e gli altri hanno fatto in passato e decide di risparmiargli la vita, così che lui ogni mattina possa svegliarsi e ricordare tutto. Gli spacca comunque la faccia per lasciargli un ricordo che potrà vedere ogni giorno. Billy, in un momento in cui sembra avere la meglio, gli dice di guardarsi allo specchio, perché si dovrebbe odiare, ma è proprio Billy che invece odia se stesso. E’ l’alter-ego di Frank, la sua parte negativa. Ma Frank è oltre, diviene un vero e proprio “memento mori” ambulante.

ThePunisherMomentoMori

Ora rimane solo da chiedersi che fine farà The Punisher, dato che è un umo libero.. suppongo dovremo aspettare e sperare ci sia una seconda stagione.

 

 

“Party of Five”: breve guida su che fine hanno fatto gli attori della serie

Party of Five, in italiano Cinque in famiglia, è una serie televisiva di genere drama (anzi, family drama), creata da Christopher Keyser e Amy Lippman e distribuita su Fox dal 1994 al 2000, per un totale di 6 stagioni e 142 episodi. Narra le vicende della famiglia Salinger dopo che i genitori rimangono uccisi in un incidente stradale e lasciano 5 figli di età diverse a cavarsela da soli per non venire separati dai servizi sociali.

Vediamo ora, dopo la serie, che fine hanno fatto i vari attori del cast?

Scott Wolf

Scott_WolfInterpretava il secondo figlio della famiglia Salinger, Bailey. oggi l’attore ha 49 anni.  Dopo aver avuto una relazione con l’attrice Alyssa Milano, nel 2004 si è sposato con Kelley Marie Limp e insieme hanno avuto 3 figli.                                                            Prima di lavorare in Party of Five (1994-2000), ha recitato in Saved by the Bell (1990-1992). Ha avuto un ruolo ricorrente in Everwood (2004-2006) e in The Nine (2006-2007). Ha lavorato anche in V (2009-2011). Ha prestato la voce a vari personaggi della serie animata Kaijudo (2012-2013), ha poi lavorato in The Night Shift (2014-2017) e ha interpretato se stesso come guest star in Live with Kelly (2016-2017). Questi sono stati gli ultimi progetti a cui ha partecipato.

Matthew FoxMatthew_Fox

Era Charlie Salinger, il maggiore dei fratelli e il responsabile della famiglia. Oggi ha 51 anni. E’ sposato dal 1992 e ha 2 figli. Ha avuto un po’ di problemi con la legge ma è riuscito a non finire mai in galera. Al cinema ha recitato in alcuni film, tra cui World War Z (2013). In televisione, il primo ruolo importante è stato proprio Party of Five (1994-2000), poi, ovviamente, ha recitato tra i protagonisti di Lost (2004-2010). Il suo ultimo lavoro risale al 2015, quando ha recitato in un film intitolato Bone Tomahawk con Kurt Russell.

Neve Campbell

Neve_CampbellInterpretava Julia Salinger, la più grande delle sorelle. Oggi ha 44 anni. E’ legata sentimentalmente all’attore JJ Feild e i due hanno una figlia nata nel 2012. Al cinema, Neve è famosa per il suo ruolo nella serie di film Scream (1996, 1997, 2000, 2011).                             In televisione, anche per lei il primo ruolo importante è stato quello in Party of Five (1994-2000). Ha poi avuto ruoli minori in varie serie tv, tra cui Grey’s Anatomy (2012) e Manhattan (2015). Ha avuto un ruolo ricorrente nella serie House of Cards (2016-2017). L’ultimo lavoro a cui ha partecipato è un film d’azione intitolato Skyscraper, con Dwayne Johnson (The Rock), che è in fase di post-produzione e uscirà nel 2018.

Lacey ChabertLacey_Chabert.jpeg

Era Claudia, la sorella minore. Oggi l’attrice ha 35 anni. E’ sposata dal 2013 e ha avuto una figlia nel 2016. Fin da piccola è stata doppiatrice in film come Anastasia (1997), Il re leone II – Il regno di Simba (1998), Balto II (2002). Ha avuto un ruolo nel film Mean Girls (2004). In televisione ha avuto il ruolo da protagonista in Party of Five (1994-2000), ha doppiato vari personaggi nella serie animata The Wild Thornberrys (1998-2004). Ha recitato in alcuni episodi di Baby Daddy (2013-2014). L’ultimo suo lavoro è un film che è stato appena annunciato, intitolato Acre Beyond the Rye, diretto da André Gordon.

Jacob Smith

Jacob_Smith2Ha interpretato Owen Salinger, il fratello più piccolo della famiglia, nelle ultime due stagioni della serie- Oggi ha 27 anni.  Al cinema ha avuto ruoli in Small Soldiers (1998), Il fantasma del Megaplex (2000), Una scatenata dozzina (2003), Troy (2004), Il ritorno della scatenata dozzina (2005). In televisione ha avuto il ruolo di Owen in Party of Five (1998-2000) e ha fatto alcune apparizioni da guest star in serie tra cui Walker Texas Ranger (1997), Ancora una volta (2001-2002). Da 2006 in poi non ha più recitato.

 

Paula DevicqPaula_Devicq

Era Kirsten, fidanzata di Charlie. Oggi ha 52 anni.  Ha interpretato quel ruolo in Party of Five (1994-2000), ha avuto un ruolo in 100 Centre Street (2001-2002) e in Rescue Me (2004-2005). L’ultimo progetto a cui ha partecipato è un film intitolato Finding Julia, di cui si sa ancora pochissimo.

 

Scott_GrimesScott Grimes

Era il migliore amico di Bailey. Oggi ha 46 anni. E’ divorziato è ha 2 figli. In televisione ha avuto un ruolo ricorrente in Together We Stand (1986-1987), poi in Party of Five (1994-2000), in Good Behavior (1996-1997), in E.R. (2003-2009) e in Justified (2015). Oggi è nel cast della serie The Orville (2017) e prenderà parte a un progetto di cui ancora non si sa nulla con Jessa Zarubica.

 

Michael A. GoorjianMichael_A_Goordjian

Era il primo fidanzato di Julia. Oggi ha 46 anni.  Ha cominciato la carriera con un ruolo ricorrente nella serie Una famiglia come le altre (1991-1993), poi ha avuto il ruolo di Justin in Party of Five (1994-2000) e poi ha interpretato ruoli minori in tante serie tv, tra cui CSI – Scena del crimine (2001), Alias (2005), Lie to Me (2009), Code Black (2016), Lucifer (2016). Il suo ultimo progetto è un film per la televisione intitolato Wizard of Lies (2017).

Jennifer Love Hewitt

JenniferLoveHewittEra Sarah, la fidanzata di Bailey. Oggi l’attrice ha 38 anni. Si è sposata nel 2013 e ha due figli. Al cinema ha recitato in tanti film, tra cui Sister Act 2 (1993), Garfield – Il film (2004). E’ anche doppiatrice e possiamo sentire la sua voce in Il gobbo di Notre Dame 2 (2002) e in Le avventure di Pollicino e Pollicina (2002). In televisione ha avuto un ruolo principale in Kids Incorporated (1989-1991), in Shaky Ground (1992-1993), in Party of Five (1995-1999), in Time of your Life (1999-2000 – spin-off di Party of Five). Ha avuto il ruolo da protagonista in Ghost Whisperer (2005-2010). Nel 2010 è stata la protagonista del film per la televisione The Client List, da cui poi è stata create una serie, sempre con lei come personaggio principale, con lo stesso nome, distribuita tra il 2012 e il 2013. Poi ha avuto un ruolo principale in Criminal Minds (2014-2015). Questo per il momento è stato il suo ultimo lavoro.

Alexondra LeeAlexondra Lee
Special Unit 2

Interpretava la coinquilina di Baily al primo anno di college. Oggi ha 42 anni.  Al cinema ha avuto ruoli in alcuni film, tra cui What Women Want (2000) e Paranormal Activity 4 (2012). In televisione ha avuto un ruolo ricorrente in Party of Five (2000), in Special Unit 2 (2001-2002) e tanti ruoli minori. Paranormal Activity 4 rimane per ora il suo ultimo lavoro.

Jeremy_LondonJeremy London

Era l’altro fidanzato di Julia, Griffin. Oggi l’attore ha 45 anni.  Si è sposato nel 2014. Ha due figli, uno dei quali nato da un precedente matrimonio. Ha interpretato un ruolo nella serie I’ll Fly Away (1991-1993), poi in Party of Five (1995-2000), in Settimo Cielo (2002-2004). L’ultimo lavoro a cui ha preso parte è intitolato Cornbread Cosa Nostra che è in fase di post-produzione e uscirà nel 2018.

 

Jennifer AspenJennifer_Aspen.jpg

Era l’ultimo interesse amoroso di Charlie. Oggi ha 44 anni. E’ sposata e ha una figlia. Ha fatto alcuni film al cinema. In televisione ha avuto tantissimi ruoli minori in serie come Beverly Hills 90210 (1995), Chicago Hope (1996), Party of Five (1998-2000), Will & Grace (2002), Rodney (2004-2006), Glee (2009). L’ultimo progetto a cui ha preso parte è la serie Sharp Objects, con Amy Adams, che andrà in onda nel 2018 su HBO.

News of the Week: il tuo feed sulle notizie seriali della settimana

Ogni settimana scopriamo tantissime notizie sul mondo della serialità, troppe da leggere ed approfondire! Qui puoi farti un’idea di quello che è successo negli ultimi 7 giorni e capire cosa per te è rilevante!

  1. PRINCIPE HARRY E MEGHAN MARKLE

Prince_Harry_Meghan_Markle.jpgQuesta è sicuramente la Notizia del momento. Il Principe Harry, parte della famiglia reale di Inghilterra, ha annunciato il suo fidanzamento ufficiale con Meghan Markle, attrice americana nota ai fan delle serie tv come Rachel Zane in Suits. Proprio così, la regina Elisabetta ha benedetto questa unione, nonostante lei sia un’attrice e per di più statunitense. La coppia ha già rilasciato alcune interviste e ha già annunciato luogo e data del matrimonio: il 26 maggio 2018 nel Castello Windsor. Inoltre, Meghan ha dichiarato che ha deciso di rinunciare alla sua carriera da attrice e che lascerà la serie Suits, ma che è contenta di questa scelta, perché si sente soddisfatta di ciò che avuto fino ad ora ed è pronta ad affrontare nuove sfide! Speriamo sia davvero la decisione giusta, perché entrare nella famiglia reale di Inghilterra non è di certo cosa semplice!

2. LA REGINA ELISABETTA GUARDA LE SERIE TV

A quanto pare la regina ama guardare serie tv, anche se non attraverso il metodo del bingewatching che tutti adorano in questo periodo. Le sue 3 serie preferite sembrerebbero essere Doctor Who (in particolare il Nono Dottore), Downton Abbey (e si accorge degli errori anacronistici presenti – è normale, considerando che era già adulta all’epoca) e (UDITE, UDITE) The Crown. Sembra che le piaccia anche molto. Difficile da credere – nemmeno Claire Foy, che la interpreta nella serie, ci crede. Comunque, tutti pensano che se anche la apprezza ora, non sarà così per la seconda stagione, che uscirà a breve, perché a quanto pare racconta di una storia extraconiugale di Filippo, suo marito.

3. STRANGER THINGS: THE STORY OF HENRY AND DALE

Rimanendo in Inghilterra, è stato rilasciato un cortometraggio fanbased su Stranger Things che hanno girato alcuni ragazzi e sta facendo molto successo.

 

4. CALL THE MIDWIFE CHRISTMAS SPECIAL

Come consuetudine da ormai qualche anno, Call the Midwife tornerà per uno speciale natalizio anche nel 2017. Il produttore esecutivo Pippa Harris ha dichiarato che questa volta le tanto amate ostetriche dovranno vedersela con “the Big Freeze” (il grande gelo) che ha avuto davvero luogo nell’inverno tra il 1962 e il 1963 e che ha creato moltissimi danni. Vedremo che ne sarà delle protagoniste della serie questa volta!

5. IL TRAILER DI BRITANNIA 

Britannia è una nuova serie tv co-prodotta da Sky e Amazon Prime Video. E’ ambientata nel 43 a.C. e segue le vicende della conquista delle isole britanniche da parte degli antichi romani. E’ da poco stato rilasciano un nuovo trailer che ha fatto impazzire il Web.

6. BLACK MIRROR HA DATO INDIZI SUI NUOVI EPISODI

Rimanendo in tema di trailer, sono stati rilasciati anche quelli di 2 episodi della prossimaArkangel.jpg stagione della serie Black Mirror, grande successo di pubblico e di critica. Annabel Jones, produttrice e co-creatrice della serie, ha dichiarato che in questa stagione verranno esplorati nuove e inaspettate tematiche. I primi due episodi sono intitolati rispettivamente “Crocodile” e “Arkangel” (potete trovare il titolo e informazioni di tutti i nuovi episodi qui).

7. AMERICAN GODS ABBANDONATA DA SHOWRUNNERS

Bryan Fuller e Michael Green, i due showrunner di American Gods, serie tv distribuita da Starz che ha avuto un immediato successo, hanno deciso di andarsene e di non lavorare alla seconda stagione. La motivazione sembra essere un diverbio con la casa di produzione, Freemantle Media, perché i due volevano un aumento di budget per girare le nuove puntate e che, sembra, in un primo momento era stato loro concesso. Chissà chi li sostituirà?

8. HOUSE OF CARDS SI TIRA SU DOPO LO SCOSSONE

Dopo tutto quello che è successo per le accuse di molestie sessuali contro Kevin Spacey e il suo licenziamento da Netflix, tutti ci chiedevamo se House of Cards si sarebbe mai ripresa da questo enorme cambiamento. Beh, sembra proprio di sì, dato che è stato dichiarato che l’8 dicembre prossimo cominceranno le riprese per la sesta (e ultima) stagione.

9. MARATONA DI GREY’S ANATOMY

Infine, per chi di voi era presente a guardare la primissima puntata di Grey’s Anatomy, più di 13 anni fa, quando ancora bisognava aspettare che uscisse in televisione e si aspettava con trepidazione, e per chi di voi 14 anni fa era troppo piccolo per sapere dell’inizio di una delle serie più longeve di sempre, aprite bene le orecchie: Grey’s Anatomy ricomincia con una maratona. Avrà luogo su Fox, nel periodo natalizio. Dal 24 dicembre, infatti, andranno in onda le prime 11 stagioni della serie. A quanto pare verrà creato un vero canale temporaneo su Sky apposta per distribuire solo Grey’s Anatomy! Quindi, non si può dire altro che BUONA VISIONE!

grey.jpg

 

Le serie che ci aspettano a dicembre 2017

1 DICEMBRE

Agents_of_S.H.I.E.L.D..jpg

Agents of S.H.I.E.L.D. – stagione 5 – ABC

Dark.jpg

Dark – stagione 1 – Netflix

Easy.jpg

Easy – stagione 2 – Netflix

animal-kingdom-cast-gallery_25695_002_0711_r

Animal Kingdom – stagione 2 – Premium Crime

lore.jpg

Lore – stagione 1 – Amazon Prime Video

2 DICEMBRE

Vikings.png

Vikings – stagione 4 – Netflix

Blood_Drive.jpg

Blood Drive – stagione 1 – Premium Action

5 DICEMBRE

140132_group_02r1-900x620.jpg

Le regole del delitto perfetto – stagione 4 – Fox

6 DICEMBRE

Happy!.jpg

Happy! – stagione 1 – Syfy

Knightfall.jpg

Kinghtfall – stagione 1 – History

Shut_Eye.jpg

Shut Eye – stagione 2 – Hulu

Murder_in_the_First.jpg

Murder in the First – stagione 3 -Top Crime

chance.png

Chance – stagione 1 – Infinity

8 DICEMBRE

The_Crown.jpg

The Crown – stagione 2 – Netflix

The_Grand_Tour.jpg

The Grand Tour – stagione 2 – Amazon Prime Video

12 DICEMBRE

manhunt.jpg

Manhunt: Unabomber – stagione 1 – Netflix

Hyde_and_seek2.jpg

Hyde & Seek – Premium Crime

13 DICEMBRE

The_librarians.jpg

The Librarians – stagione 4 – TNT

marlon (1).jpg

Marlon – stagione 1 – Joi

15 DICEMBRE

Jean-Claude_Van_Johnson.jpg

Jean-Claude Van Johnson – stagione 1 – Amazon Prime Video

The_Ranch.jpg

The Ranch – stagione 2 parte 2 – Netflix

Trollhunters.jpg

Trollhunters – stagione 2 – Netflix

El_Chapo.jpg

El Chapo – stagione 2 – Netflix

Private_eyes.png

Private Eyes – stagione 2 – Fox Crime

Saving_Hope.jpg

Saving Hope – stagione 5 – Fox life

18 DICEMBRE

Gunpowder.jpg

Gunpowder – stagione 1 – HBO

19 DICEMBRE

The_indian_detective.png

The Indian Detective – stagione 1 – Netflix

22 DICEMBRE

 

Le_amiche_di_mamma_2.jpg

Le amiche di mamma – stagione 3 – Netflix

25 DICEMBRE

Le_ragazze_del_centralino_2.jpg

Le ragazze del centralino – stagione 2 – Netflix

Doctor_Who.jpg

Doctor Who – speciale – Rai 4

26 DICEMBRE

Travelers.jpg

Travelers – stagione 2 – Netflix

29 DICEMBRE

Bill_Nye_Saves_the_World

Bill Nye Saves the World – stagione 2 – Netflix

Victoria.jpg

Victoria – stagione 2 – Laeffe

Roy Price, molestie sessuali e Good Girls Revolt

Voglio raccontarvi una storia interessante, soprattutto in questo periodo storico e culturale in cui si stanno alzando (finalmente) moltitudini di voci contro le molestie sessuali fatte da uomini su donne, uomini che hanno usufruito della loro posizione di potere per ottenere ciò che volevano.

Uno di questi uomini è Roy Price. Era il presidente del dipartimento di sviluppo degli Amazon Studios. Ma ora non lo è più.

Cominciamo però dall’inizio, per non creare confusione.

Good_Girls_Revolt.jpgGood Girls Revolt è una serie basata sul romanzo “The Good Girls Revolt”, scritto da Lynn Povich. Narra fatti realmente accaduti. E’ ambientata nel 1969 e segue le vicende di un gruppo di giovani ricercatrici nel giornale “News of the Week”. Queste donne sono molto preparate, talentuose, ma nonostante ciò vengono pagate molto meno delle loro controparti maschili, oltre al fatto che quando riescono a farsi pubblicare un articolo sul giornale, esso viene firmato con il nome di un uomo. Vengono private persino della loro proprietà intellettuale. Alcune di queste donne, allora, decidono di farsi aiutare da un avvocato (donna) e di agire legalmente contro queste discriminazioni sessuali, pur sapendo di rischiare il posto di lavoro e di mettere a repentaglio le loro carriere.

La prima stagione della serie è stata distribuita su Amazon Prime Video il 28 ottobre 2016. Ha subito ricevuto critiche positive. Alcuni la hanno addirittura chiamata la versione femminile di Mad Men, almeno a livello di importanza dei fatti storici rappresentati. Nonostante questo, a inizio dicembre dello stesso anno, la serie è stata cancellata. Amazon ha dichiarato che la decisione era dovuta ai pochi ascolti che la serie aveva ottenuto. Ma indovinate chi ha preso la decisione di cancellarla? Proprio Roy Price, all’epoca ancora presidente in carica.

Roy_Price.jpgFacciamo un salto nel tempo. Il 12 ottobre 2017, Hollywood Reporter ha pubblicato un pezzo in cui Isa Hackett (produttrice di The Man in the High Castle e Philip K. Dick’s Electric Dreams) ha dichiarato di essere stata molestata sessualmente da Price nel 2015 e che Price non aveva fatto nulla quando l’attrice Rose McGowan gli aveva detto che Harvey Weinstein la aveva a sua volta molestata. La forza dell’articolo è potenziata dal fatto che il 25 agosto precedente, The Information aveva pubblicato un pezzo che rivelava che Amazon aveva investigato un caso di molestia denunciato da Hackett. Tutto questo ha portato al licenziamento di Price – e alla rottura del suo fidanzamento.

Vedete l’ironia? Se ancora non fosse evidente, lo diventerà presto. La creatrice della serie Good Girls Revolt, Dana Calvo, ha di recente affermato che Roy Price non ha mai guardato la serie prima di cancellarla. Nelle riunioni si riferiva ai personaggi della serie con i nomi delle attrici che le interpretavano, cosa molto inusuale e dovuta probabilmente al fatto che Price stesso non conosceva i nomi dei personaggi.

Molte attrici, parte del cast della serie, hanno notato l’ironia della cancellazione di una serie che narra delle prime accuse di discriminazione sessuale da parte di un uomo accusato di molestie sessuali.

Tweet_AnnaCamp.JPG

Povich ha twittato poi dicendo che un revival della serie è necessario ora più che mai.

Tweet_Lynn_Povich.JPG

Quindi, guardate Good Girls Revolt. Guardatela tutta. E speriamo che il buzz che le si è creato intorno in questi ultimi mesi serva per ottenere una seconda stagione, perché vi assicuro che se la merita. Di sicuro merita almeno di essere vista di chi deve prendere decisioni sulla sua esistenza. Albert Cheng, presidente ad interim, dovrebbe almeno avere la decenza di prenderla nuovamente in considerazione, almeno per darle una possibilità tanto quanto la dà a serie su argomenti meno “fastidiosi” per gli uomini (intesi come genere maschile).