The Marvelous Mrs. Maisel – Il vero gioiello di Amazon

The Marvelous Mr. Maisel, o, come tristemente tradotta in italiano, La fantastica signora Maisel (titolo che perde completamente l’allitterazione che rende la serie e il personaggio così meno meravigliosi) è un period drama, cioè una serie ambientata nel passato, prodotta da Amazon Studios. Il pilot è stato rilasciato sul servizio di streaming della piattaforma, Amazon Prime, il 17 marzo 2017. La prima puntata, distribuita come test per capire se la serie sarebbe stata un successo, ha ottenuto un punteggio quasi perfetto dagli spettatori, un 4,9 su 5. Così Amazon ha ordinato la produzione di 2 stagioni, la prima delle quali, in 8 episodi, è stata distribuita il 29 novembre 2017.

La serie segue le vicende di Miriam “Midge” Maisel, una donna ebrea dell’Upper West Side di Manatthan che, nel 1958, si gode la sua vita perfetta, con un marito perfetto, due figli e un meraviglioso appartamento di lusso proprio sotto quello dei suoi genitori. Il suo obiettivo principale è quello di fare felice il marito, compito che la occupa senza tregua, dal mattino appena sveglia alla sera, prima di addormentarsi. Midge, infatti, aspetta che Joel si assopisca per andare in bagno ed eseguire la pulizia del viso e la messa in piega dei capelli. Poi, il mattino, prima che il marito si svegli, torna in bagno per truccarsi e pettinarsi, in modo di essere sempre perfetta ai suoi occhi.

Midge aiuta Joel anche nel suo hobby di stand-up comedy, attività che lui svolge di sera al Village. Lei lo osserva e prende nota di tutto, dalle risate ai tempi tra una battuta e l’altra. Midge è accecata dall’amore verso suo marito, amore che non vacilla nemmeno quando la donna scopre che lui ha rubato un pezzo comico ad un altro. Dopo una pessima serata, durante la quale Joel, sul palco, si è reso ridicolo provando a portare un pezzo originale, l’uomo arriva a casa e si mette a fare la valigia, dichiarando alla moglie di averla lasciare  perché ha una relazione con la sua segretaria, Penny Pann. Midge è esterrefatta, il mondo le sta crollando addosso a tutta velocità, ma come reagisce lei? Con ironia, con sarcasmo, con una sfilza di battute che rendono questa scena, come poi molte altre, divertentissima per gli spettatori.

Questo breve riassunto non riguarda, però, tutta la prima stagione, ma solo metà della prima puntata. E’ una serie ricchissima, questa, da molti punti di vista, primo tra tutti, la sceneggiatura. Ma chi conosce il lavoro di Amy Sherman-Palladino, ideatrice e sceneggiatrice della serie, non potrà di certo stupirsi. Lei e il marito, Daniel Palladino, entrambi produttori esecutivi di The Marvelous Mrs. Maisel, sono anche  creatori e produttori di Gilmore Girls (altrettanto sfortunatamente tradotta Una mamma per amica), serie famosissima con la caratteristica di mantenere un ritmo di dialogo più veloce del doppio rispetto alle altre serie televisive. Anche in questo caso, Midge è una donna che parla instancabilmente, irrimediabilmente, comunicando tutto quello che passa per quella sua brillante e talentuosa testa. Ed è proprio questo che la rende perfetta per la stand-up comedy.

Quando il marito la lascia, Midge torna al Village, al Gas Light, il locale dove si esibiva Joel, per riprendersi il piatto che aveva lasciato al manager del posto e, ubriaca e disperata, sale sul palco e fa un perfetto numero di stand-up comedy, senza esitazione. Esagera un po’, purtroppo, mostrando il seno al pubblico (per dimostrare di essere abbastanza bella per mantenersi un marito) e viene di conseguenza arrestata. Durante il suo numero, però, attira l’attenzione di Susie, che lavora al locale e che decide che Midge diventerà una comica professionista e che lei sarà la sua manager.

Ed è così che finisce il primo episodio. Anzi, non esattamente. Midge, in prigione, incontra il famoso comico Lenny Bruce, a cui chiede se lui pensa che fare stand-up comedy sia il lavoro migliore che esista. Lui risponde che è un lavoro terribile, ma lascia intendere che non lo cambierebbe per nulla al mondo.

Così, per le 7 puntate successive, vediamo Midge studiare per diventare una comica, mentre cerca di affrontare la separazione, di calmare i suoi genitori, delusi per il fatto di essersi lasciata scappare il marito, e di fare quello che vuole per se stessa. Un equilibrio molto difficile da mantenere.

mrsmaisel2-kkUG--621x414@LiveMint.jpgRachel Borsnahan, colei che dà un volto e una voce a Midge, è perfetta per la parte. Lo si nota sin dal primo monologo, al suo matrimonio, durante la prima scena della serie. Fin da questo momento si capisce che tipo di donna è Midge. Brosnahan stessa, durante un’intervista, la ha definita “la donna più sicura di sé senza rimorsi di cui abbia mai letto e di cui abbia mai ricoperto il ruolo“.  Ed è proprio vero: Midge affronta tutti questi grossi problemi a testa alta, senza piangere, ma con positività, senza mai guardarsi indietro, credendo di avere in sé la soluzione. Borsnahan stessa ha dichiarato che nella realtà esistono moltissime donne così, anzi, la maggior parte delle donne è così, ma per qualche ragione non viene mai rappresentata in questo modo in televisione. Ed è proprio questo l’elemento ricorrente e decisivo per la serie: Midge è una donna indipendente che deve prendere in mano la propria vita quando suo marito, la persona che doveva starle accanto, la abbandona, e lo fa utilizzando le sue risorse per trarre il meglio da quella pessima situazione. Lei lo fa nel 1958, ma il suo personaggio è universale. Qualunque donna di qualunque epoca si può ritrovare in lei.

Non solo Rachel Brosnahan, però, è perfetta per il suo ruolo. Tutto il cast è stato scelto Joel_Maisel.jpgmeticolosamente e ne è valsa la pena. I personaggi principali non sono molti, ma ricoprono i loro ruoli in modo perfetto, dall’aspetto fisico alla interpretazione. Joel Maisel, che diventerà presto il soggetto preferito dei monologhi di Midge, è interpretato da Michael Zegen, che lo rende estremamente verosimile, sia per l’aspetto che per i sentimenti contrastanti che prova verso sua moglie e verso la sua vita. E’ l’ennesimo figlio di papà che si sente incastrato in qualcosa che non ha mai veramente voluto e che decide di ribellarsi quando ormai è troppo tardi. I genitori di Midge, Abe e Rose, interpretati daimarvelous-maisel-02.w710.h473.jpg divini Tony Shalhoub e Marin Hinkle, sono due tipici ebrei alto-borghesi che vivono di apparenze persino all’interno della loro casa e che amano la loro figlia, ma glielo dimostrano in un modo altamente diseducativo. Marin Hinkle, in particolare, è talmente calata nella parte che diventa irriconoscibile, nonostante sia famosa per diversi ruoli in varie serie televisive.

Il personaggio, però, che, insieme a Midge, forma l’altra metà della mela, in questa serie, è Susie, interpretata da Alex Borstein. L’attrice aveva già lavorato con Sherman-Palladino che ha scritto quel ruolo pensando proprio lei come interprete. The Marvelous Mrs. Maisel, ha spiegato Borstein, è una storia d’amore tra Midge e Susie. Non è amore in senso classico, forse, ma Susie vede in Midge un’opera d’arte. Sa però che una comica donna, da sola, in quel mondo non può farcela, così diviene lei la sua paladina. Susie sa esattamente quello che vuole.

the-marvelous-mrs-maisel-season-one-mmm_107_37718-1-fnl_rgb.jpg

Così come Amy Sherman-Palladino conosce ogni dettaglio della sua serie e sa come deve arrivare sullo schermo. Niente è lasciato al caso, con lei. Il personaggio di Midge cresce e cambia insieme alla città in cui abita, di cui scopre man mano sfaccettature che non aveva idea esistessero: lavora in un grande magazzino, fa numeri comici alle feste private, entra nelle cucine dei locali di lusso. Ed è una magnifica New York anni ’50 che, a quanto pare, è ancora la stessa, perché molte scene sono state girate per le strade della attuale New York. L’altro elemento che non può essere dimenticato, in The Marvelous Mrs. Maisel, sono i costumi. La costumista Donna Zakowska ha creato tutto apposta per l’attrice e per il suo personaggio. Midge è sicura di sé nel modo di fare quanto lo è nel vestire. Non indossa mai due volte lo stesso abito ed è sempre divina. La perfezione fa parte di lei, fino all’ultimo accessorio.

Oltre che ad essere una serie divertente, importante, femminista e ben costruita, The Marvelous Mrs. Maisel è una serie sulla famiglia. Quella di Midge è una famiglia importante nella comunità ebraica di New York. E nonostante i litigi e i silenzi tra i membri che la compongono, i tre rimangono sempre insieme, si amano profondamente e si appoggiano, comunque vada.

Amy Sherman-Palladino ha avuto un’idea originale, con Mrs. Maisel, dovuta prevalentemente alla sua infanzia. Suo padre era un comico, perciò lei è cresciuta in mezzo alla stand-up comedy e a personaggi famosi che in questa serie ha riprodotto, come Lenny Bruce e Bob Newhart. Per creare Midge, poi, ha preso spunto da reali comiche degli anni ’50, come Joan Rivers e Totie Fields, le vere pioniere della comicità femminile. Ed Amy è ebrea. Perciò ha solo messo insieme due parti di sé per creare questa meraviglia che diviene essa stessa un fantastico pezzo di stand-up comedy.

Mrs_Maisel.jpg

Probabilmente è proprio questa sua grande conoscenza degli argomenti che le ha dato la possibilità di creare una serie tanto amata da pubblico e da critica. The Marvelous Mrs. Maisel ha infatti vinto 2 Golden Globes (migliore comedy/musical e migliore attrice in una comedy/musical a Rachel Brosnahan) e due Critics’ Choice Awards (per le stesse categorie).

Se in questa prima stagione, Midge, mentre supera gli ostacoli che le si pongono davanti, cerca il suo nome, quello con cui vuole presentarsi al pubblico, nella prossima sarà consapevole di essere Mrs. Maisel e avrà trovato una sua voce e una sua luce. Per chi ancora non ha visto la serie e non sa se vale la pena abbonarsi a Prime Video per vederla, può trovare il pilot sul canale YouTube di Prime Video, in modo completamente gratuito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...