A prima vista: Grown-ish

  • Genere: sitcom
  • Creatori: Kenya Barris e Larry Wilmore
  • Episodi: 13
  • Paese: USA
  • Distribuzione: Freeform
  • Data di uscita: 3 gennaio 2018
  • Data di uscita in Italia: ?
  • Attori principali: Yara Shahidi, Deon Cole, Trevor Jackson, Francia Raisa

Grown-ish è una nuova sitcom, cominciata da poco sulla rete americana Freeform. E’ lo spin-off della serie ABC Black-ish. Freeform è infatti parte del Gruppo Disney-ABC e probabilmente è considerata la piattaforma più adatta per questo tipo di contenuto, una comedy, ma anche, in qualche modo, un teen drama.

La serie segue le vicende di Zoey Johnson, la figlia maggiore della famiglia protagonista di Black-ish, che va al college e deve per la prima volta affrontare da sola la vita da “adulta”. Fin da subito sono chiari i riferimenti: nei primi due minuti, in una straziante e piuttosto divertente telefonata tra Zoey e suo padre, viene nominato il film cult The Breakfast Club e tutto l’episodio diviene in qualche modo una piccola copia di quel film. Durante una lezione notturna si marketing (o meglio, di studio sui droni), Zoey fa amicizia con sei persone, sei coetanei con cui ha ben poco in comune ma che per il resto della stagione diventeranno i suoi migliori amici.

Grown-ish2.jpg

Ognuno di loro è molto diverso dagli altri, ma mi è rimasto particolarmente in mente il suo compagno che è “woke”, che in inglese significa “sveglio”, cioè conscio dei problemi razziali che esistono non solo nel mondo ma all’interno dell’università e di ogni contesto di vita. Ricorda molto i personaggi di un film e poi di una serie tv molto carini, entrambi intitolati Dear White People. La serie è una produzione Netflix, fruibile sulla piattaforma ed è stata rinnovata per una seconda stagione.

Grown-ish sembra essere piuttosto brillante da questo primo episodio. E’ divertente, ma non completamente scontata e ha un modo di raccontare rapito e basato sui flash-back (che, come sappiamo noi fan di How I Met Your Mother, funziona sempre). E’ una comedy che si distingue dalle altre, perché in qualche modo sembra veramente essere l’inizio di Breakfast Club, perciò si ha voglia di sapere come evolveranno i rapporti tra i protagonisti e se e come Zoey riuscirà a farsi perdonare da Ana (Francia Raisa), a cui ha fatto un torto il primo giorno di college.

Non sono l’unica a pensare che questo spin-off possa essere ben riuscito: la serie è già stata rinnovata per una seconda stagione di 20 episodi.

  • Recitazione: 7/10
  • Storia: 8/10
  • Qualità: 7,5/10
  • Regia: 7/10

Ecco il trailer:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...