A prima vista: LA to Vegas

  • Genere: comedy
  • Creatore: Lon Zimmet
  • Episodi: 15
  • Distribuzione: Fox
  • Data di uscita: 2 gennaio 2018
  • Data di uscita in Italia: ?
  • Attori principali: Kim Matula, Ed Weeks, Dylan McDermott

LA to Vegas è una sitcom che segue la vita di passeggeri e personale di bordo che ogni weekend volano da Los Angeles a Las Vegas per diversi motivi. L’idea non è male, perché in qualche modo queste persone “pendolano” in maniera molto diversa dal solito e possono essere uno spunto per molti sketch divertenti. Il motivo per cui, in modo particolare, è stato scelto questo tipo di volo, viene spiegato subito da Bernard (interpretato da Nathan Lee Graham), un assistente di volo che dice che le persone più interessanti sono proprio quelle che viaggiano su quell’aereo ogni weekend.

Il problema è che, invece, i personaggi che vengono presentati nel primo episodio, non sono per nulla interessanti. E’ ben studiato il personaggio principale, quello di Ronnie: è un ruolo a tutto tondo, divertente e Kim Matula le dà una grande energia, mantenendo un ritmo rapido nelle battute e nella gestualità. Non è male nemmeno Colin, il professore britannico che presto diviene il suo interesse amoroso. Il loro piccolo sketch durante il volo di andata è un bel botta-risposta che mostra subito agli spettatori le scintille che si accendono tra i due personaggi.

Per il resto, almeno in questo primo episodio, non si salva proprio nulla. La trama è banale e noiosa, le scene non sono divertenti, i dialoghi spesso sono insensati e irrealistici. I passeggeri sono caricature più che personaggi. Penso sia volontario il fatto di inserire ogni stereotipo vivente che si pensa vada a Las Vegas, ma questo toglie sostanza alla serie in sé. Persino il personaggio di Dylan McDermott (l’unico attore famoso nel cast) è davvero troppo fastidioso e non permette di godersi l’atmosfera leggera della serie.

La_to_Vegas_Mcdermott.jpg

Fox, poco dopo il debutto della serie, la ha confermata per una stagione intera di 15 episodi, quindi forse sta avendo un riscontro piuttosto positivo. In realtà, il fatto che non si su CBS o NBC le dà qualche possibilità in più, ma dubito venga confermata per una seconda stagione. O almeno credo che debba migliorare parecchio per ottenere un rinnovo.

O forse per gli statunitensi che la guardano può avere più senso, perché sono abituati a questo genere di ambientazione e a questo genere di comicità, ma per me è difficile da capire come un’idea del genere possa avere successo.

Punteggio:

  • Recitazione: 6/10
  • Storia: 4/10
  • Qualità: 6/10
  • Regia: 5/10

Ecco il trailer:

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...