A prima vista: McMafia

  • Genere: thriller
  • Creatori: Hossein Amini e James Watkins – ispirandosi al romanzo di Misha Glenny “McMafia. Droga, armi, essere umani: viaggio attraverso il nuovo crimine organizzato globale” (2008)
  • Episodi: 8
  • Distribuzione: BBC One, AMC
  • Data di uscita: 1 gennaio 2018
  • Data di uscita in Italia: 2 gennaio 2018 (Amazon Prime Video)
  • Attori principali: James Norton, David Strathairn, Aleksey Serebryakov

McMafia. Questo titolo inizialmente mi ha un po’ spiazzato. Cosa significa? Fortunatamente diventa chiaro praticamente da subito, dal momento in cui viene mostrato il titolo che riprende chiaramente lo stile del marchio McDonald. Proprio così. Significa che una parte di mafia vuole creare un “franchise” nel mondo, eliminando altri gruppi mafiosi e guadagnandosi tutto il potere. Durante il primo episodio viene spiegato tutto molto bene.

Ma di cosa parla questa serie dal titolo così curioso? Un uomo sulla trentina, Alex Godman, cresciuto in Gran Bretagna, è figlio di mafiosi russi che sono dovuti fuggire e rimanere in esilio quando una gang rivale li ha cacciati. Non se la passano di certo male, sono decisamente ricchi, compreso Alex che ha una propria azienda di investimenti. Ma prima di raccontare tutto questo, i creatori della serie fanno subito capire agli spettatori che ciò che stanno guardando non è una serie drammatica di quelle a cui siamo abituati. La serie infatti comincia con il botto, letteralmente. Un tentato omicidio del capo del mafiosi russi attualmente in carica.

La puntata dura un’ora, tempo più che sufficiente per farci capire almeno in modo generale ciò in cui siamo incappati. La prima metà dell’episodio, in realtà, è piuttosto noiosa, tutto quello che mostrano è già stato fatto vedere in passato: il ragazzo ricco che vuole redimersi per i peccati dei suoi genitori e che vuole una vita onesta anche se tutto fa capire che presto verrà risucchiato in una spirale criminale; lo zio che sembra caro e buono ma che in realtà farebbe di tutto pur di riprendersi il potere, compreso tradire l’amato nipote; un padre depresso che non sa più cosa fare del suo tempo; una sorella con una vita sbadata.

McMafia2.jpg

Tutto molto normale, fino al momento in cui vengono svelate le carte in tavola: l’omicidio dello zio. Ben studiato, inatteso e fatto in modo da provocare una bella botta di adrenalina in chi guarda.

E da quel momento, la serie diviene improvvisamente non poi così banale. Alex finisce, in qualche modo, a dover scegliere tra l’onestà e la vendetta. Perché per lui si tratta di questo. Non gli interessa riprendere il potere che la sua famiglia ha perso, almeno non attualmente, ma gli interessa vendicare lo zio e salvare suo padre. Come lo zio stesso gli dice a un certo punto:

“Will you save me if I drown”?

Quando il capo della gang rivale, alla fine dell’episodio, gli chiede se Alex vuole camminare il corridoio della pace o della guerra, immediatamente pensiamo a quella frase e capiamo che Alex deve fare una scelta molto difficile. Sappiamo che probabilmente sceglierà quella meno legale e più avventurosa, o non ci sarebbe una serie, ma comunque è interessante il modo in cui il protagonista è costretto a intraprendere questo percorso. Fino ad un certo punto è stato costretto a farlo, tirato dentro da suo zio in questioni che non lo riguardavano affatto. Ma ora spetta a lui solo decidere e sappiamo tutti che sceglierà la cosa sbagliata (ma quella che ci divertirà di più).

Il protagonista è interpretato da James Norton, famoso in Inghilterra per aver recitato inJames_Norton.jpg Happy Valley e Guerra e pace. E’ considerato il nuovo James Bond, colui a cui Daniel Craig passerà il testimone. Questa serie può essere un buon allenamento in questo senso, perché sembra che conterrà molta azione e molti combattimenti.

Tutto sommato sembra che possa essere un buon intrattenimento, soprattutto perché si tratta di una mini-serie di pochi episodi che quindi non si protrae inutilmente ma va subito al sodo.

 

Punteggio:

  • Recitazione: 8/10
  • Storia: 7/10
  • Qualità 8/10
  • Regia: 7/10

Ecco il trailer:

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...